il-primo-bloggerIspirata da un post di Edit intraprendiamo oggi una discussione che mi preme. Il “lavoro” del blogger. Anzi senza virgolette. In America guadagnano davvero tanti soldoni, qui in Italia pochi hanno raggiunto quei livelli (Geekissimo con ISayblog che sono diventati una vera testata editoriale in poco tempo) e pochi altri…

Invito chi ha un’esperienza positiva, anche di poco, a raccontarci la sua. Da parte mia l’attività di blogger è collaterale alla mia professione di webdesigner e alla voglia di condivisione, e finora ho sempre reinvestito i guadagni* di Google Adsense nell’acquisto di libri o altro tipo di premi per i contest, nonchè nell’hosting.

Certo sarei contenta se si potesse guadagnare qualcosa, anche un arrotondamento di “stipendio” andrebbe bene, ma ci vuole sempre più tempo, e sempre meno se ne ha a disposizione. E allora che fare? Investire tutto nella professione di blogger?

Attendo le esperienze degli amici blogger, da Juliusdesign a WebMagazine, da Alverde a Merlinox, a Blographik e a chiunque voglia partecipare, sono curiosa, e non abbiate paura di dire cifre.

*(40/70 euro ogni paio di mesi, finora ho incassato solo 3 pagamenti da google e uno è in sospeso perchè assegno estero)