Posso usare un’immagine presa da Google?

In molti all’inizio, per creare siti o opere di digital art prelevano ingenuamente foto o immagini da Google senza sapere che tutte le immagini sono coperte da copyright, cioè diritti d’autore. Il creatore cioè deve concedere espresso permesso scritto per poterla utilizzare.

Ecco perchè è una pratica non molto usata, e solitamente i webdesigners come anche i grafici fanno ricorso a risorse gratuite o a pagamento per poter usare un’immagine: oltre ad essere di qualità maggiore rispetto ai semplici risultati di Google spesso sono free, cioè gratuite e anche libere da diritti totalmente o parzialmente. Ciò significa che possono essere utilizzate liberamente o con alcune limitazioni sulla riproduzione, modifica e pubblicazione a seconda che ci siano fini amatoriali o commerciali dietro.

Se ad esempio dobbiamo fare un sito per un nostro cliente (e quindi ci sono degli interessi commerciali dietro), dovremo leggere attentamente nel disclaimer che solitamente segue nella pagina dalla quale abbiamo prelevato la foto, se possiamo o meno usarla nel nostro caso e se possiamo modificarla a seconda delle nostre esigenze. Solitamente invece per fini amatoriali (ad esempio un sito personale o un digital art non a scopi di vendita) possiamo utilizzarle tranquillamente, ma solo se provengono, appunto, da siti di Free Stock.

Eccone una lista utile, io personalmente uso:

Pixabay (free)

Rgbstock (free)

Morguefiles

Freedigitalphotos.net

www.stockexpert.com per le foto a pagamento (con licenza commerciale quindi)

ma troverete molte altre risorse in merito qui: Bluvertigo

Di seguito invece, un interessante articolo pubblicato da Idee spettinate sui diritti d’autore, in modo che possiate approndire e capire meglio a cosa si va incontro se abusiamo di foto trovate su internet senza chiedere il permesso agli autori.

A tal proposito vi segnalo anche un link che troverete utile quando avrete più dimestichezza con la concezione di copyright, questo per le VOSTRE opere grafiche o testuali, quindi anche siti e i loro contenuti. Sono delle “licenze” comuni internazionali. Si basano su articoli di legge delle rispettive aree geografiche (la legge italiana ad esempio è differente da quella americana) segnalando cosa possono o non possono fare i navigatori dei vostri siti, a seconda del permesso che decidete a priori di dare sui contenuti dei vostri siti. Siete voi a decidere ciò a priori, prelevando un codice html da inserire nel vostro sito contenente un link, cliccando il quale sarà mostrato agli utenti direttamente cosa possono o non possono fare: sono i Creative commons.

ULTIMO ARTICOLO AGGIORNATO SUGLI ELENCHI DI SITI STOCK FOTO FREE E A PAGAMENTO

Laura Gargiulo, web designer freelance e blogger.
Autrice di “Come diventare web-coso” e “Consigli di webdesign base“,
moglie dal dicembre 2010 e madre dal dicembre 2012.
Portfolio personale: Lauryn.it
Parlo anche di viaggi ed expat su: Myplaceintheworld.it e do consigli su come espatriare a Edimburgo sul mio blog Lovin’Edinburgh

22 Commenti

  1. Gaetano Costa

    Figo questo Bluevertigo! 🙂

    Risposta
  2. Laura

    vero eh?
    ed esiste anche da diversi anni! non riesco a trovare un copyright o indicazioni che ne rivelino la nascita ma è passato diverse volte sotto i miei occhi in questi anni 🙂

    Risposta
  3. DarioDN

    Ne approfitto per chiedervi una info riguardo al tema in oggetto.
    Alla fine il responsabile di eventuali infrazioni chi è? io che creo il sito oppure il cliente?
    Inoltre se il cliente è avvisato di questa infrazione ma lui vuole per forza quell’immagine e se ne frega?

    Risposta
  4. Lauryn (Autore Post)

    se il cliente ti forza ad usarla è colpa sua, viceversa se lo fai tu (volutamente o no, la legge non ammette ignoranza) è colpa tua.

    Risposta
  5. DarioDN

    ok… ma io come faccio a dimostrare che è lui ad averla scelta?
    devo fargli firmare qualche carta-contratto nel quale mi solleva da ogni responsabilità? :p

    Risposta
  6. Lauryn (Autore Post)

    se vuoi sì, soprattuto se la foto fa parte del layout del sito. se è un’immagine inserita in un contenuto al massimo vi chiederanno di toglierla.

    Risposta
  7. Maurizio

    Salve, vorrei sapere se mandando una semplice lettera ad aziende per uso loghi o a persone fisiche per uso foto ad esempio modelle, questo mi autorizza a publicare oppure ho bisogno di una vera e propria delibera firmata?
    Io ho scritto una richiesta del genere:
    Oggetto: Richiesta di inserimento presso il nostro sito.
    La nostra azienda operante presso il sito …………. chiede di essere autorizzata a poter inserire presso il nostro sito il vostro logo per poter promuovere e pubblicizzare la vostra azienda, certi che questa dinamica di pubblicità vi viene omaggiata e nulla Vi sarà mai chiesto nessun compenso.
    Attendiamo entro 10 giorni una risposta per poter inserire il vostro logo, in caso contrario inseriremo il vostro logo con una specifica e immagini del vostro sito per farsi’ che il nostro sito diventi un punto di riferimento per gli amanti e praticanti della vita notturna.
    Certi che vorreste cogliere l’opportunità che vi viene proposta rimaniamo a Vostra disposizione per qualsiasi chiarimento.
    In attesa di un Vs. gentile riscontro cogliamo l’occasione i nostri cordiali saluti.
    Mi chiedevo, potrà andare bene?

    Risposta
  8. Antony

    Anche se il post è datato… A questo punto sorge anche a me una domanda… online ho trovato parecchie raccolte di foto gratuite (nel senso che non le ho pagate) appartenenti a siti quali shutterstock o fotolia… Secondo voi queste si possono usare?
    Nel senso: come farebbero a capire che io non le ho pagate e scaricate dal sito ma le ho trovate in siti tipo rapidshare?
    Grazie 🙂

    Risposta
    1. Lauryn (Autore Post)

      ti sei risposto da solo 😀

      Risposta
    2. Antony

      Magnifico 🙂
      Grazie!

      Risposta
  9. Francesco

    Buonasera mi servivano delle informazione, sono stato alla biblioteca del Trinity College di Dublino sono entrato e ho scoperto che non si possono fare foto ma tutti i turisti scattavano sono andato dalla guardia x dirgli se era possibile fare foto e mi a detto di si.
    Adesso volevo creare un sito e inserire le foto della biblioteca mi può creare problemi.
    le foto scattate sono state immortalate anche le persone mi può creare problemi.
    grazie

    Risposta
    1. Lauryn (Autore Post)

      buonasera francesco, io non posso sapere la policy della biblioteca in questione, ma immagino che le foto possano essere scattate solo a scopo privato e non per essere ripubblicate. per le persone inquadrate men che meno, sarebbe opportuno renderle irriconoscibili con un filtro.
      spero di esserle stata di aiuto.
      un saluto.

      Risposta
  10. Sabrina

    Buongiorno,mi sorge un dubbio. Se trovo un immagine che mi piace e che prima di usarla andrei a modificarla,anche solo in qualche piccolo dettaglio, dopodiché la posso usare a fini commerciali? Se l’immagine viene modificata da me,non sarebbe più tale e quale all originale,quindi penso che non sia necessario citare l autore,o sbaglio? Esistono miglioni di immagini dove risalire all’autore e praticamente impossibile. Grazie

    Risposta
    1. Lauryn (Autore Post)

      Ciao Sabrina, no, non puoi. Non diventa tua l’immagine se fai delle modifiche. Devi sempre valutare se l’immagine è rilasciata gratuitamente e se con diritti commerciali o meno.

      Risposta
  11. Elisa

    Ciao! Complimenti per l’articolo! Io avrei bisogno di un’immagine da usare come copertina per il mio libro che pubblicherò a breve in formato e-book prima e cartaceo poi…dove posso trovare un’immagine ed essere tranquilla di poterla utilizzare? Grazie e ancora complimenti!

    Risposta
    1. Lauryn (Autore Post)

      ciao Elisa, grazie!
      puoi trovarne qui: https://pixabay.com/
      ce ne sono di bellissime e free 🙂

      Risposta
  12. lamassa

    Ciao…grazie per l’articolo. Avrei una domanda: se trovo un’immagine e ne faccio un disegno (anche realistico) posso utilizzarla a fini commerciali?

    Risposta
    1. Lauryn (Autore Post)

      me lo sono chiesta anche io, se so qualcosa ti informo.

      Risposta
  13. Riccardo

    ciao se uno usa immagini nel portfolio personale di web design o grafico modificate o con aggiunta di cose, ma non come sfondi o cose solo come lavori fatti nel portfolio. Perchè nel corso che avevo fatto ci facevano prendere immagini da internet a volte e poi le modificavamo o magari le usavamo per sfondi dei siti Ho visto che alcuni miei compagni del corso di web design le hanno pubblicate cosi ma io non sono sicuro sono un po paranoico e non credo sia uso commerciale.Grazie

    Risposta
    1. Lauryn (Autore Post)

      Ciao Riccardo, fai bene a chiedere. Se ahimé, vi hanno fatto usare immagini prese così da Google senza appurare se fossero utilizzabili o meno, puoi comunque mettere a portfolio quei lavori, perché non percepisci niente economicamente da quei lavori. Viceversa non è legale prendere immagini portfolio di altri siti e proporli come propri, ma questo è un altro discorso.
      In sostanza, va bene proporre quei lavori a portfolio, purché non succeda poi nel futuro. Poi quando il portfolio si arricchisce però man mano falli scomparire perché ne va anche della professionalità se qualcuno si accorge palesemente dell’uso di immagini Googlate 🙂

      Risposta
  14. Adele

    Ciao, avrei una domanda da farti.
    Non c’è distinzione, per l’utilizzo di immagini, tra uso privato, commerciale occasionale e commerciale vero e proprio? Mi spiego, è ovvio che non posso fatturare milioni di euro vendendo tazze di Cenerentola, ma non posso usare questa immagine neppure se voglio stampare una maglietta per uso personale o vendere degli inviti di compleanno ? Posso mai chiedere l’autorizzazione alla disney se voglio creare degli inviti per 2-3 compleanni? Come dovrei fare?
    Grazie 🙂

    Risposta
    1. Lauryn (Autore Post)

      Se stampi una maglietta per uso personale non devi chiedere niente. Se la vendi, così come vendi degli inviti, sia che sia occasionale o meno, devi pagare i diritti di quella immagine. E’ semplice in verità, basta acquistarla presso i rivenditori ufficiali e non prenderla da Google. Qui c’è anche un marchio di mezzo, per cui la storia si complica se decidi di metter su un’attività vera e propria perché dovresti pagare royalties concordate con la società. Ma se è una tantum prendi le foto da qui: http://www.istockphoto.com/it/immagine/disney?mediatype=photography&phrase=disney&excludenudity=false&sort=best o qualunque altro marketplace che rivende foto, e le foto vanno ai singoli autori. ma non alla disney in effetti. sarebbe da approfondire…

      Risposta

Lasciaci un tuo commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: