Pausa caffè con la grammatica: elisione e troncamento

Direttamente dal quadernetto delle superiori di Lauryn hihi.

Queste due regole, non è importante tanto che sappiate come si chiamano, ma come si usano. Pertanto, se davvero avete a noia lo studio, saltate direttamente agli esempi, ma ricordateli bene a mente!!

L’elisione è la soppressione della vocale finale di una parola e si effettua quando la parola successiva inizia per vocale o per “h” ed è segnata dall’apostrofo che prende il posto della vocale elisa.

Esempio: Quello invito -> quell’invito

Lo hanno premiato ->L’hanno premiato

Il troncamento è invece la caduta della vocale o della sillaba finale di una parola, davanti ad un’altra parola che inizia sia per vocale sia per consonante.

Es: un buon amico

nel qual caso

qual è la soluzione? (questa ricordatevela perchè la sbagliano in molti)

Il troncamento è obbligatorio con bello, quello, santo, davanti a consonante.

Es. bel colpo

con “frate” davanti a consonante

Es. Fra Cristoforo

Con “suora” davanti a consonante

Es. Suor Camilla

Alcune parole perdono la vocale o la sillaba finale sempre. In questo caso parliamo di àpocope.

Es.

Di’ = dici (direri che è semplice no?)

Da’ = dai (imperativo, differente da: “Egli dà un libro a Lauryn” e differente da: “Andiamo da qui a lì”)

Fa’ = fai (imperativo, differente da: “Ricordo anni fa…” e differenta da “Egli fa questa cosa”)

Sta’ = stai (imperativo, differente da : “Egli sta qui”, ed ecco anche perchè anche “Io sto qui” non vuole apostrofi nè tantomeno accenti)

Va’ = vai (imperativo, differente da: “Egli va al mare”)

Po’ = poco (e fin qui non dovrebbero esserci problemi, chi mette l’accento al posto dell’apostrofo è da uccidere!)

Pie’ = piede (es: “pie’ di pagina” = il nostro caro footer)

A mo’ di = a modo di

Capito le differenze? Ci sono dubbi?

Laura Gargiulo, web designer freelance e blogger.
Autrice di “Come diventare web-coso” e “Consigli di webdesign base“,
moglie dal dicembre 2010 e madre dal dicembre 2012.
Portfolio personale: Lauryn.it
Parlo anche di viaggi ed expat su: Myplaceintheworld.it e do consigli su come espatriare a Edimburgo sul mio blog Lovin’Edinburgh

29 Commenti

  1. kuntz

    Be’ un piccolo dubbio l’avrei…

    Da’ quando si usa? Qualche esempietto? 🙂

    Risposta
  2. Daniele

    @kuntz: da’ (con l’apostrofo) si usa nel caso della seconda persona singolare modo imperativo. Dai una mano=da’ una mano.

    Risposta
  3. ginko

    quando impartisci un ordine
    “Da’ a me”

    Risposta
  4. Lauryn (Autore Post)

    Esempio:
    “Da’ questo libro a Gianni per favore.”
    “Silvia, per favore, da’ questa cosa a Matteo”.
    E’ imperativo, così come gli altri. Indica un ordine/consiglio diretto ad una persona (seconda persona singolare) 😉
    chiaro così?

    Risposta
  5. Lauryn (Autore Post)

    ps per daniele: ho corretto terza persona con seconda persona 😉
    il dà si usa con la terza persona (egli dà questa cosa a te)

    Risposta
  6. ADVsha

    Ottimo post, per ora gli esempi mi sono chiari, adesso è ricordarsi le cose e metterle in pratica…lo stampo e lo appendo al muro così non mi sbaglio 🙂

    Risposta
  7. jey

    Grazie per questo articolo, io ne ho proprio bisogno mi viene sempre da mettere accenti (sarei quella da uccidere). Quindi se ho ben capito si usano solo gli apostrofi in caso di imperativo…in nessun caso accenti su va, qua, la ecc.?

    Risposta
  8. Lauryn (Autore Post)

    nel caso di imperativo riferito ad una seconda persona singolare ci va l’apostrofo, perchè tu stai omettendo la lettera “i” vai, etc.
    su “qua” non ci va perchè non ci sono altre parole con cui confondersi. qua è qua e basta. mentre là (inteso come moto a luogo) ci va l’accento per non confonderlo con l’articolo “la” 🙂

    Risposta
  9. Daniele

    Grazie Lauryn, una svista 🙂

    Risposta
  10. jey

    adesso è davvero chiaro grazie mille, con il tempo ho dimenticato le regole… 🙂

    Risposta
  11. StefanoV

    @Kuntz: Da’ si usa ad esempio per dire:
    inutile che ci provi, tanto non te la da’

    AUaHUAHUAhu!! 😀

    Cmq grazie per la lezioncina laura, se facerebbi altri articoli di grammatica, sarebbimo tutti più contenti! 😀

    Scherzo dai, Ottimo articolo! 😉

    Risposta
  12. Lauryn (Autore Post)

    ahah a parte gli scherzi, la frase non l’hai scritta giusta. è terza persona singolare, per cui accento e non apostrofo.

    inutile che ci provi, tanto non te la dà 😉

    Risposta
  13. Cheope

    Complimenti anche per l’anacoluto con cui hai aperto il post, Lauryn!
    Una vera finezza per pochi intenditori!

    Grazie a questo tuo post sono finalmente andata a fare un giro su wikipedia per capire anche la differenza che c’è tra accento grave e accento acuto (è vs é), una di quelle cose che mi sono sempre ripromessa di guardare ma che non mi viene mai in mente…
    Grazie per lo spunto!
    Magari ti va di scrivere qualcosa anche su questo? Dopo tutto, se abbiamo due e accentate sulla tastiera, ci sarà un motivo, no?
    ^_____________^’
    E pensare che nello scrivere a mano non mi sono mai posta il problema…

    Risposta
  14. Lauryn (Autore Post)

    grazie Cheope!!
    Anacoluto, avevo dimenticato questo termine ahah

    E avevo dimenticato anche la differenza fra accento acuto e grave, mi sa che il prossimo tip riguarderà gli accenti, grazie dello spunto!

    Risposta
  15. deki

    Queste due regole non è importanto tanto che sappiate come si chiamano

    xD

    Risposta
  16. Lauryn (Autore Post)

    @deki: grazie della segnalazione ahah
    uno si concentra tanto a dare delle indicazioni e poi si cade sulle sviste ahahah

    Risposta
  17. StefanoV

    Ahuahuahu!! Ma si ke l’ho fatto apposta quell’errore! :F 😀

    Risposta
  18. DeKi

    Ancora.
    Anacoluto: Queste due regole non è(sono) importante(importanti) tanto che sappiate come si chiamano, ma come si usano.

    😀

    Risposta
  19. Lauryn (Autore Post)

    c’hai raggggione :S

    Risposta
  20. Laura De Masi

    anacoluto come si legge? 🙂

    Risposta
  21. Lauryn (Autore Post)

    anacolùto, è piana 🙂

    Risposta
  22. ffranz

    ho sbagliato sito??? %) ma non si parlava di web design qua!! 😀
    Comunque regolette utili per i blogger…

    Risposta
  23. inteliggentone

    il troncamento consiste nella perdita della vocale finale o di un’intera sillaba di una parola,indipendentemente dal fatto che la parola successiva inizi per vocale o consonante

    Risposta
  24. Lauryn (Autore Post)

    grazie dell’ulteriore precisazione, l’avevo scritto qui: “Il troncamento è invece la caduta della vocale o della sillaba finale di una parola, davanti ad un’altra parola che inizia sia per vocale sia per consonante.” 😉

    Risposta
  25. Silvano

    Ciao, complimenti per l’articolo!
    Ma scusa, perchè non organizzi un bel
    corso online sulla scrittura per il web??

    Penso che avresti molti adepti!

    A presto.

    Ps:seguo i tuoi articoli con grande interesse.

    Risposta
  26. Lauryn (Autore Post)

    ciao silvano e grazie!
    non credo di saperne a sufficienza per tenere addirittura un corso, giusto quello che mi serve…;)

    Risposta
  27. Silvano

    Ciao Lauryn,
    permettimi di dissociarmi da quanto da te enunciato ed esattamente:

    “non credo di saperne a sufficienza per tenere addirittura un corso, giusto quello che mi serve…;)”

    Nei tuoi articoli si percepisce una grande professionalità assieme a un desiderio di condividerla con i navigatori.

    Quale migliore occasione per dare e ricevere??

    Credo che questo sia il parere di molti!
    Perchè non provi a fare un sondaggio per
    verificare questa eventualità?

    A presto.

    Risposta
  28. Lauryn (Autore Post)

    ti ringrazio, valuterò la cosa, magari delle lezioni per singoli moduli, come questo della scrittura online, si potrebbe fare…grazie dell’idea!

    Risposta
  29. ano

    bel consiglio

    Risposta

Lasciaci un tuo commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: