Italia.it, non ho parole

.

Laura Gargiulo, web designer freelance e blogger.
Autrice di “Come diventare web-coso” e “Consigli di webdesign base“,
moglie dal dicembre 2010 e madre dal dicembre 2012.
Portfolio personale: Lauryn.it
Parlo anche di viaggi ed expat su: Myplaceintheworld.it e do consigli su come espatriare a Edimburgo sul mio blog Lovin’Edinburgh

91 Commenti

  1. Alexia

    dai non sembra male! SE FOSSIMO NELL’ANNO 2001!

    Risposta
  2. Andrea

    Non merita nemmeno una screenshot

    Risposta
  3. Lauryn (Autore Post)

    a voi, sfogatevi

    Risposta
  4. Lauryn (Autore Post)

    ahhahahah

    Risposta
  5. Pegasus

    Mi picciono le foto sgranate che usano in homepage … del tipo “Benvenuti in Italia, dove facciamo tutto un po’ alla caxxo di cane” !!!

    Risposta
  6. Andrea

    Magari l’avessero fatto alla caxxo di cane.. sicuramente sarebbe venuto meglio… che schifo, resto indignato davanti ad un cosi elevato spreco di soldi, per una cosa così misera, che dovrebbe rappresentare il nostro paese nel migliore dei modi. Ma daltronde.. è ciò che merita un paese come il nostro o no? ormai tutti fanno tutto… 🙁

    Risposta
  7. Gioacchino Poletto

    hanno copiato spudoratamente da http://www.spain.info

    Risposta
  8. Aldo

    Ma cos’è sta roba?? Tutte le immagini sfuocate!!

    Risposta
  9. Marco Olivetti

    Beh almeno hanno usato lo stesso dominio..

    Risposta
  10. mustShadow

    Mai avrei pensato di scrivere il mio primo post in questo sito che seguo da un bel po’ x (non) commentare questa tristezza…davvero pessimo!

    Risposta
  11. yesWEBcan

    IO ci ho scritto un articolo. Se volete leggerlo:

    http://www.yeswebcan.it/2009/07/italia-it-finalmente-di-nuovo-online-ma/

    Risposta
  12. verdianaG&W

    nn avrei mai pensato arrivasse a tanto..
    io….PIANGO!

    Risposta
  13. yesWEBcan

    @Gioacchino Poletto
    Sai che effettivamente le somiglianze sono lampanti?

    Risposta
  14. GaSe

    Scusate 5 milioni di euro per questo sito?
    Ho delle domande da porre:

    Ma chi l’ha fatto?
    Non è che sarà il cugino dell’amico che realizza siti x hobby!?!?
    Chi è che ha intascato questi 5 milioni?

    Per me è inconcepibile come del resto il ministro del turismo, che poi ha fatto un corso per diventare ministro? E di grafica e web se ne indente o si è affidato a dei consulenti?
    E questi consulenti eventualmente sono retribuiti nei 5 milioni spesi o sono extra?

    Voto al sito: 3/10
    Voto al logo: 2
    Voto accessibilità: 4
    Voto usabilità: 2

    Risposta
  15. GaSe

    E poi noi web designer ci facciamo le pippe mentali per realizzare qualcosa di eccellente, mah x favore!
    Da oggi basterà dire ai clienti: ma guardi veda il sito che ci rapprensenta nel mondo e poi vedrà che il lavoro che le presento non solo è di migliore fattura, ma praticamente è quasi regalato, visto che per realizzare quel sito il costo è stato di 5 milioni, le pare!?

    Risposta
  16. yesWEBcan

    @gase questo lo hai letto sul mio articolo? 😀

    Intanto guardate cosaq ho notato http://www.italia.it/en/regioni-italia-in-vetrina/basilicata.html

    vedete dove sta la basilicata

    Risposta
  17. verdianaG&W

    HANNO sbagliato l immagine.perchè si chiama campania.
    cmq è uno scandalo.
    da denunciarlo…anke se…
    come si fa?
    mah….

    Risposta
  18. Lorenzo

    mah…

    Risposta
  19. Simone

    Orribile…ma poi il motivo di usare immagini così sgranate…tralasciando tutto il resto…

    La cosa triste è che dietro c’ho hanno speso (o forse abbiamo come contribuenti?) un sacco di soldi…

    Risposta
  20. Simone

    Talmente emozionato dal sito che ho sbagliato pure a scrivere…
    …che dietro ciò hanno speso…

    perdonate…

    Risposta
  21. Giannazzo

    almeno su spain.info non c’è zapatero ringiovanito di 40 anni che ti invita a visitare il suo regno privato 😛

    Risposta
  22. dalton

    Non ci si può credere…sembra il tema di default di un CMS di infima categoria!!!

    Risposta
  23. morgu3

    ahaha fantastico il tuo post lauryn!!
    a parte tutto…
    ma perchè nelle foto dei virtual tour ci hanno lasciato il fotografo? quando gli costava farlo sparire? -_- e quei buchi neri nel cielo? O_O pauraaaa

    Risposta
  24. kikachan

    Però tutto sommato il codice non è malaccio, pensavo peggio!!! (cerco in tutti i modi il lato positivo della cosa!!@_@)

    Risposta
  25. Antonio2

    Il tasto “Collabora” lo avranno lasciato per qualche motivo… che sia per il fatto che cercano uno (e sottolineo UNO) svilupp-fotogr-copywrit-sistemist-projectmanag-webdesigner?

    Risposta
  26. Christian

    Una cosa bellina io l’ho trovata…la favicon!!!
    Scusate anche una domanda… ma quelli dell’ACI sono anche dei webdesigner, leggete qua http://www.italia.it/it/note-legali.html

    Risposta
  27. Simone D'Amico

    5 minuti prima di leggere questo articolo ne avevo pubblicato uno sul mio blog.

    http://www.simonedamico.it/2009/07/italia-it-si-italia-it-no-la-terra-dei/

    Pensavo fossi io ad essere esagerato ma a quanto pare è qualcosa di moolto più generale.

    Risposta
  28. dalton

    @Christian ora si spiega tutto! in compenso a noi webdesigner sarà dato in concessione il pagamento del bollo auto :-))

    Risposta
  29. BECA

    si.. quelle foto sgranate in home fanno proprio cagare..

    Risposta
  30. Enrico

    Solo per un particolare non è identico a Spain.info…
    Perchè non c’è la foto del presidente in home page! Ha voluto far diventare suo anche questo. E dato lo schifo…

    Risposta
  31. djdarius

    5 milioni di euro per un sito che sembra fatto con joomla e che senga errori nel CSS e nell’ HTML se validato…

    Quoto – hanno copiato spudoratamente da http://www.spain.info

    Risposta
  32. Giancarlo

    Io ritengo che di lavoro ce ne sia stato tanto e non solo a livello di design e programmazione…ma anche a livello preparazione contenuti, configurazione di server, montaggio video, ecc.

    Io sinceramente non saprei preventivare 1 tale lavoro…perchè non saprei quanto tempo impiegherei.Di una cosa però sono sicuro…quei 22 requisiti non sono stati tutti rispettati e quindi quella dichiarazione di “pseudoaccessibilità” la potrebbero anche togliere.

    Infine…e questo è un fatto che va oltre al design, l’accessibilità e la programmazione…ritengo sia di cattivo gusto mettere sempre i faccioni dei politici in qualcosa che dovrebbe rappresentarci tutti noi italiani…e questo vale tanto per Rutelli che faceva la sua divertentissima presentazione in inglese sia per berlusconi piazzato ovunque (anche nella homepage del sito) che mi puzza di culto della personalità.

    Risposta
  33. Francesco Caruccio

    Ah beh! Complimenti alla web agency!

    Risposta
  34. yesWEBcan

    Lauryn e hai notato che nel sito non è stato utilizzato h1. E io so quanta importanza tu dai ad h1 ahahaha.

    E io intanto sul mio blog devo discutere con uno che afferma che italia.it a noi contribuenti non è costato niente

    Risposta
  35. Laura

    e p class=titolo invece di usare le intestazioni????

    Risposta
  36. Jo

    wow, ecco un’altro motivo di cui vergognarsi di essere italiani…
    Concordo con tutte le critiche espresse fin’ora, e aggiungo che le immagini degli header sembrano fatti con paint e da uno che non sembra preoccuparsi troppo del problema “il testo bianco su sfondo giallino chiaro non è proprio il massimo”, forse è una mossa per non discriminare i daltonici o quelli con difficoltà visive, rendiamo tutto illeggibile e via!
    Per non parlare delle bandierine utilizzate per cambiare lingua ignorando che sono bandiere che vanno utilizzate per indicare un paese e non una lingua (quindi secondo loro un’americano non può guardare il sito visto che c’è la bandiera del Regno Unito…).
    Ok che il problema della lingua non si pone visto che alcune pagine della sezione inglese (ho guardato un paio di pagine, poi per questioni di decenza ho cliccato sulla croce bianca su quadratino rosso in alto a destra) hanno i titoli e i contenuti mezzi in italiano e mezzi in inglese…
    Che dire, più che il sito di presentazione dell’Italia all’estero mi sembra la classica barzelletta che racchiude quasi tutti i luoghi comuni di un italiano fuori dell’Italia. 😐

    Risposta
  37. Paletta

    Cito testualmente dal sito:
    “quella che vedete è una versione demo del portale dell’Italia, che intende assolvere esclusivamente la funzione di spot promozionale per il nostro Paese.”
    Vabbè…in manco due ore chiunque sarebbe riuscito a costruire qualcosa di nettamente migliore…e hanno anche il coraggio di chiamarlo spot!!
    “Nel frattempo, la redazione di Italia.it si è messa al lavoro per dare attuazione a quello che è invece il progetto del nuovo portale dell’Italia, che sarà pronto in autunno e che desideriamo risponda a tutte le esigenze del turista che oggi naviga in rete.”
    Speriamo bene…anche se mi sembra una missione impossibile…cambiano i governi ma italia.it va di male in peggio!

    Risposta
  38. mazzjoe

    è già tanto che non c’è una donna nuda…

    Risposta
  39. Alis

    Poveri noi… non c’è una foto decente… nemmeno un bimbo delle elementari con WordArt riuscirebbe a farlo peggiore… anzi…

    Risposta
  40. sadegraphic

    Forse è uno scherzo…

    Risposta
  41. iVicio

    Oddio, visto proprio ieri, dicono che è una beta del sito mi sento male a vederlo. Neanche un intro -__- le immagini son sgranate. Che figura. Intanto una mil glie la mando vediamo che mi dicono.

    Risposta
  42. Flavio Copes

    Posto che comunque fosse stato realizzato sarebbe stato criticato, perchè è molto facile farlo, a me piace.

    Senza fronzoli, rappresenta una bella introduzione al nostro paese per chi non lo conosce.

    I video sono spettacolari e “Visual Italy” è geniale,

    Così come “Turisti a 4 zampe”, ecco un’altro bel portale a livello nazionale.

    In attesa di quello nuovo che sarà realizzato, è senz’altro molto meglio di una pagina “Sito in costruzione”.

    Risposta
  43. piero

    pessimo, rappresenta benissimo l’arretratezza dell’Italia, e si abbina degnamente al logo…
    fossero quei 3/4 errori di codice il problema… fa veramente pietà.
    tra l’altro, con quelle 4 cazzate in croce sulla home page, l’inspector di safari mi segna sui 2 mega totali 😀

    Risposta
  44. aledesign.it

    Che bello!, meraviglioso..si sentiva la mancanza di un bel lavoro così ben progettato… Il logo poi..mi fa sentir veramente Ungheres..ops italian… e poi voliamo mettere il fatto che cliccando sui link principali si apra un altra pagina??? Una cosa veramente nuova..Poi dai il prezzo è secondario…no?

    Risposta
  45. Martini Samuele

    Fa abbastanza schifo

    Risposta
  46. kikachan

    Cioè le pagine della NAVIGAZIONE PRIMARIA che si aprono in blank sono qualcosa di favoloso!!!-___-”

    @Vicio: che gli scrivi?!?!:D

    Risposta
  47. Lauryn (Autore Post)

    @iVicio: e ci mancava pure la intro :/
    Mi vien voglia di preparare una bella grafica e un nuovo studio di struttura da mostrargli, chissà che non ci guadagno qualcosa, mi bastano anche 5/10.000 euro, sarebbero un nonnulla in confronto a quanto speso mentre io invece ci campo qualche anno…

    Risposta
  48. graficando.net

    io vorrei solo sapere l’identity brand del logo logo poi… chiamarlo cosi è da pazi pero..

    Risposta
  49. mirkoajx

    ma le pagine sono in html… vuol dire che e’ tutto statico senza un cms?
    Ps: mai visti tanti script jquery caricati nella home page… 12

    Risposta
  50. Cristian

    Beh c’è poco da aggiungere…anche se è difficile non esprimersi di fronte a qualcosa fatta proprio “all’italiana”!

    Primo: è reale sta cosa dei 5 milioni di euro??? No dico ma questi buffoni che già rovinano giornalmente il paese (i politici) come si permettono di sprecare denaro che appartiene agli italiani, a chi per pagare le tasse manco arriva a fine mese (operai che manco sanno cos’è l’evasione fiscale)… Ma poi 5 milioni di euro? Per fare cosa? Hanno contato 200 € l’ora? Per un sito web che non ha nulla di una seria applicazione… Nemmeno lo sviluppo di un framework intero (fatto da veri professionisti) comporta simili costi!
    Sembra proprio l’immagine dell’italia (il minuscolo è per l’arrabbiatura), scredita chi vuole proporre lavori veri e ben fatti, in regola, ridando vigore al luogo comune che chi sviluppa siti e applicazioni web sia milionario!

    E sarebbe accessibile? Hanno tentato, come dicono in quella assurda dichiarazione, ma non ci sono riusciti.

    Perchè il sito, non un sito, ma IL sito che dovrebbe rappresentare l’italia (e di seguito giudizi sul livello di sviluppo tecnologico e adesione agli standard) deve essere una caxxata buttata li senza ne capo ne coda. Un logo fatto in cinque minuti, a caso, senza impegno, senza un senso (che si parli di metafora, di stile tipografico, di colore, non c’è nulla). Foto che fanno ridere ad un ragazzino dotato di cellulare con fotocamera.

    Chi dice poi che una pagina debba essere necessariamente colma di js per avere un aspetto accattivante? No dico, fate due benchmark sulla velocità, sull’occupazione di memoria lato client, considerate chi naviga con altri mezzi.

    Il menu di navigazione principale con target in nuova pagina? O_O assurdo!

    Poi leggo magic italy…ma che è?? uno scherzo vien da dire… magic italy??? bah!
    cinque milioni di euro e nemmeno un proprio meteo (con applicazione web, aggiornamenti e tutto il resto su proprio sito, magari in collaborazione con il ministero della difesa ok, no invece aprono il sito del meteo della difesa senza avvertire!)

    Cerca italia

    “Il motore di ricerca e la selezione dei siti sono stati realizzati da Seat Pagine Gialle e Telecom Design”

    ma chi ha fatto cosa allora?? allibisco a pensare i 5 milioni di euro. noi esseri umani comuni (e onesti a differenza dei politici) ci viviamo una vita intera con meno di 5 milioni!!

    wow ci sono pure le mappe…………

    Comunque per lo spreco (se vero) di 5 milioni di euro, direi di fare seriamente qualcosa, petizioni o simili, firme e quant’altro..
    Il paese delle banane è sempre più ridicolo.

    Risposta
  51. Cristian

    ah, scusate la lunghezza 😀

    Risposta
  52. Luca Menozzi

    “Please, visite the site, but please, visit Italy…”
    Comunque, se l’altra volta non si seppe mai chi l’aveva fatto, ora gli è scappato un nome nel file stile.css…
    /*ALEX*/
    img.mappe_regioni_mini{float:right; margin: 0 0 5px 5px;}
    Ora voglio la faccia 🙂

    Risposta
  53. Cristian

    sarà alex del piero uahahah! eh si pare che chiunque abbia fatto un po’ questo sito, tranne un, 1, uno solo eh, webdesigner e company (webdev..ecc..) con almeno 25 minuti di esperienza

    Risposta
  54. kikachan

    Ragazzi sono andata a spulciare dietro al dominio italia.it e ho scoperto qualche nome…

    Registrant: Presidenza del Consiglio dei Ministri

    Admin: Paola Bassi (coordinatore dell’ufficio informatica e telematica della Presidenza)

    Technical: Mauro Reali (fa parte dell’Aci Informatica…forse è il webdesigner?)

    Name di non so cosa: Francesco Saverio Stampone (da Linkedin è Network Engineering at ACI Informatica SpA)

    Host: Aci Informatica s.p.a.

    Risposta
  55. iVicio

    @kikachan Gli ho scritto riguardante il sito, che per me e per la comunità italiana del web design non rispecchia nulla dell’italia, essendo di cattivo gusto e poco creativo nel design strutturale e nel logo.

    Risposta
  56. kikachan

    @Vicio: Ottimo!!^__-

    Risposta
  57. Giuseppe Petrizzo

    Dico la mia nelle tante tante dette…
    – logo da principiante e fatto frettolosamente.
    – Il sito è banale ( e molti fanno passare siti dal layout praticamente nullo come stile minimal & clean )
    – le immagini al di là della qualità sembrano messe a casaccio.
    – per presentare le regioni basta un video? nient’altro? o basta rimandare ai siti delle regioni che anche quelli non spiccano per qualità?!
    – Perchè alcune regioni evidenziate sono in marroncino chiaro e altre in marrone?
    – Nn omogeneità in alcune sezioni ad esempio quando va nella scheda di una regione c’è la combo per fare la ricerca in alto… a voi sembra ingrata con il resto della “grafica”…per niente… proprio come un sito da quattro soldi… ma di soldi ne hanno buttati parecchio! che siano 5 milioni o 5mila euro resterebbere un lavoro pessimo.

    Risposta
  58. Giuseppe Petrizzo

    Pensavo una cosa… nessuna associazione dei webdesigner italiani è stata contattata? oppure se è uno di noi lo dica! ahuahuauh

    Per essere più costruttivi si potrebbe contattare il ministero al turismo per indire un contest e scegliere tra le tante proposte che sicuramente ci sarebbero… ma forse è troppo difficile sia perchè è come ammettere che anche a loro il sito non piace, ed inoltre si offenderebbe il ministro che ha consigliato i webdesigners ( penso che sia un team dedito al ladrocinio ) e non ho voglia di votare di nuovo 😛

    Risposta
  59. Lauryn (Autore Post)

    ma nessuno ha notato che ha struttura zero?
    le voci che dovrebbero essere dei menu sono dei link a servizi esterni, e poi c’è una mappa del sito, che dovrebbe essere un servizio collaterale, dove ci si va quando si cerca qualcosa che non si trova, e si scopre un albero di navigazione che non esiste da nessun’altra parte del sito…
    di sicuro l’avrei fatto diversamente…

    Risposta
  60. vik

    No ma dico: “stiamo scherzando”?

    Risposta
  61. iVicio

    @Lauryn Buongiorno 🙂
    È stato realizzato con frontpage 😀

    Risposta
  62. aledesign.it

    Front? ke??? ancora lo si usa? Possibile fare una petizione?? Ma Brunetta che potrebbe dire di questa spesa? Ma se poi è fatto internamente perchè 5 miiioni de euri??? Parliamoci chiaro… ci si prende in giro???

    Risposta
  63. Norton

    http://www.italia.it/it/accessibilita.html

    facendo attenzione soprattutto a: “Bisogna segnalare la presenza di specifiche applicazioni ed elementi caratteristici del sito – in particolare i Tour virtuali e il Sistema di cartografia , laddove presenti – non accessibili ai soggetti diversamente abili, poichè per le loro caratteristiche intrinseche non consentono il rispetto di alcuni requisiti indicati nel decreto suddetto (in particolare requisiti 15, 16, 17).”

    Risposta
  64. Norton

    tra l’altro, vi vorrei far notare che “magic italy” non è morto, ha cambiato un po’ pelle ed è diventato il titolo di un magazine http://www.italia.it/es/magic-italy-magazine.html

    Risposta
  65. verdianaGW

    dove siamo finiti…
    aspetto con ansia il vero sito MAGIC ITALY…
    O.o

    Risposta
  66. helen

    cavoli almeno le foto in alta qualità potevano metterle!
    e poi ad ogni click apre una nuova pagina…orrore…per non parlare della foto del berlusca in home page (vabeh giudizio mio perosnale ehehe)

    urge intervento di qualcuno dell’IWA…Scanooooo!!! 😛
    (scusate sdrammatizzo per non piangere)

    Risposta
  67. dieguito

    oddio… le foto, la struttura, silvio in homepage… oddio…
    spero davvero che non CI sia costato 5 milioni di euri e che anche questa volta i politici italiani non ci abbiano deluso ed abbiano detto una delle loro solite caXXate…
    ragazzi ma le foto sfocate mica sono lì a caso eh.. è pura arte.. rappresentano il governo e le istituzioni.. è tutto sfocato qui in italia.. uff.. ma va, vedrete che è uno scherzo.. si sa che silvio è un burlone..

    Risposta
  68. kikachan

    @Giuseppe Petrizzo: Io sono una fautrice dei siti minimal, e ti posso assicurare che il sito minimal non ha niente a che vedere con la non capacità/non voglia di strutturare a pieno un sito…un sito può essere minimal quanto ti pare ma se è ben fatto si vede subito sia dall lato visivo che nel codice…e italia.it non è nè minimal nè ben fatto!:D

    P.S.Io come Ale ripongo le mie speranze in Brunetta, bisognerebbe provare a scrivere a lui…magari tramite facebook che lui segue molto!

    Risposta
  69. Lauryn (Autore Post)

    @kikachan: roberto scano, presidente Iwa, ha già ampiamente criticato il sito e dato che è consulente esterno di Brunetta credo proprio che abbia già provveduto a segnalare l’obrobrio

    Risposta
  70. Christian

    Quelli che hanno fatto il sito, molto probabilmente, sono loro http://www.informatica.aci.it/index.php?id=internet ma perché dicono di essere fedeli alle normative in materia di usabilità e accessibilità quando cliccando sul logo della w3c che si trova in fondo alla pagina vengono fuori 33 errori?

    Risposta
  71. kikachan

    @Lauryn: Perfetto!^_-

    Risposta
  72. Laura

    altro dettaglio: se cliccate sulla regione basilicata viene fuori la campania… mm…

    Risposta
  73. iVicio

    @Laura Stiamo facendo da betatester -_-

    Risposta
  74. Lauryn (Autore Post)

    in effetti ahah ci dovrebbero pagare ahhah

    Risposta
  75. Matteo

    Vorrei sapere chi e’ l’agenzia che fa queste porcherie. Falliti.

    Risposta
  76. Flavia

    Ahahahahhahahaha ma che schifezza di sito è?!?

    Risposta
  77. Gioacchino Poletto

    Il male di tutta la questione è dato dal fatto che a realizzare queste prodezze non è mai un’agenzia in quanto tale. Spesso dietro a questi portali ministeriali si trovano diverse aziende e chi più chi meno ci mette lo zampino… mah…

    Risposta
  78. Giuseppe Petrizzo

    @kikachan era proprio quello che volevo dire, vogliono spacciarlo come tale perkè hanno usato il bianco e grafica essenziale… ma direi solo accostamenti riusciti male 😀

    Peccano cmq che Scano si sia dovuto scomodare per dire che il sito non va bene! non è un vanto che italia.it faccia pena e penare tutti noi!

    Risposta
  79. Lauryn (Autore Post)

    @gioacchino: tutta colpa dell’Aci :/

    Risposta
  80. Lorenzo

    5 milioni di euro…

    Risposta
  81. dalton

    @christian: tra le altre cose hanno un sito realizzato con un cms open source(TYPO3)! Sarà costato 5 milioni pure quello?? 🙂

    Risposta
  82. Christian

    @dalton: si il prezzo base di un cms open source è di 5 milioni 🙂

    Avete letto questo http://www.webnews.it/news/leggi/11209/anche-gli-animali-avranno-il-loro-italiait/

    Risposta
  83. Lauryn (Autore Post)

    @christian: sono belline le mascotte, ma si nota subito che non è lo stesso grafico che ha fatto il sito…anzi chissà pure se non li hanno presi da google all’insaputa del vero autore, mi aspetterei di tutto…

    Risposta
  84. dalton

    @christian: e allora avrà costato lo stesso anche turistia4zampe dato che è fatto con joomla.
    E il cane in braccio al ministro credo sia imbalsamato!!

    Risposta
  85. Giuseppe Petrizzo

    beh in quanto io è il mio socio facciamo siti in joomla posso dire che saprei fare moltooooooo meglio… ma francamente quello che stò per dire è quello che passa per la mente di tutti è: ma come mi rode che degli incompetenti fanno soldi a palate alle mie spalle !!!( perchè vengono pagati con soldi pubblici )

    Risposta
  86. Giuseppe Petrizzo

    ah dimenticavo turistia4zampe sembra davvero un template base di frontpage…bha

    Risposta
  87. Lorenzo

    Anche su tentaculus.it ho lanciato il sondaggio 😀

    Risposta
  88. samirkharrat

    il problema è uno di base c’è un identity fatta con i piedi sia quella precedente con il logo dei truzzi e quella attuale logo sito e tutto quello che gira sulla personalità del brand italia.it non ne basi ne fondamenta con il soldi spesi il logo lo faceva milton glaser e assumera i migliori web designer del mondo o altra cosa semplice indire un bando di concorso nell’accademie e università private e non per maggiore scelta e così via… cmq che volete il sito è stato fatto da un nano… 🙂 con tutto rispetto per i 7 nani

    Risposta
  89. josh

    Bella sopratutto la foto del Berlusca di 50 anni fa…. hahahaha

    Risposta
  90. franco beretta

    scandaloso!

    ogni cliccata apre una finestra nuova

    dopo 5 minuti di navigazione tra pagine che non s’aprono, link a siti esterni e pagine con errori di ogni genere mi si e’ freezato il computer!

    ho dovuto fare ctrl-atl-del per aprire task manager e chiudere tutto il pacchetto di pagine explorer

    e’ evidente che l’unico scopo del sito era far sparire 5 milioni di euro

    bisogna contattare Beppe Grillo altro che brunetta!

    Risposta
  91. RagingBull

    Era una schifezza il precedente…ed è una schifezza anche questo…

    …chissà chi è che si è cuccato 5 milioni di euro per quella cosa…

    tutti questi target=”_blank” sui link interni…google analytics utilizzato come sistema di statistiche…

    ragà….per 5 milioni di euro io voglio tutto di sana pianta…non 4 paginette in croce e il resto poggiato su servizi gratuiti….e che è sta presa per il c**o!!!

    In tutto ciò l’abbiamo pagato noi…bah!

    Risposta

Lasciaci un tuo commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: