Il dominio è di proprietà del cliente o di chi lo acquista?

In realtà sembra siano vere entrambe le opzioni, dipende dai casi.

Per il dominio .it è bene che sia sempre il nostro cliente a registrarsi e firmare, perchè il dominio è suo e porta il suo nome o del suo progetto/azienda. Vale infatti la regola della proprietà industriale come per i marchi.

Qualche webmaster è capitato abbia registrato i domini a proprio nome e una volta terminato il rapporto di lavoro con il cliente si sia tenuto il dominio. In realtà questo non si potrebbe fare e il cliente può contattare l’hosting e chiedere che il dominio sia registrato a proprio nome, soprattutto se il nome è legato ad uno specifico prodotto o al nome inequivocabile di un’azienda. Ma per avviare questa procedura penso (credo) ci sia bisogno di qualche ingiunzione di qualche magistrato.

Talvolta capita addirittura che un’azienda, se detentrice di un marchio più forte rispetto ad un altro, possa ottenerne l’esproprio. Vedi la storia di Luca Armani, proprietario di un timbrificio, che si è visto espropriare il dominio www.armani.it perchè non averlo, per la nota casa di moda di Giorgio Armani, risultava un danno maggiore.

Per i .com invece non penso che ciò si possa ottenere, perchè sembra sia un affitto di un dominio che è di proprietà dell’hosting. Insomma le cose sono da chiarire, fatto sta che il consiglio che mi sento di darvi è quello di non farla sporca, sia per non avere problemi in futuro, sia per questioni di correttezza.

Personalmente credo di avere un dominio registrato a mio nome che non è propriamente mio, ma non farei problemi certamente a cederne la proprietà nonchè i dati ftp al legittimo possessore.

Che ne direste se foste voi il cliente e il vostro webdesigner si registrasse un dominio a suo nome? Certamente vi sentireste ricattati e costretti a tenere buono il rapporto con il suddetto!

Laura Gargiulo, web designer freelance e blogger.
Autrice di “Come diventare web-coso” e “Consigli di webdesign base“,
moglie dal dicembre 2010 e madre dal dicembre 2012.
Portfolio personale: Lauryn.it
Parlo anche di viaggi ed expat su: Myplaceintheworld.it e do consigli su come espatriare a Edimburgo sul mio blog Lovin’Edinburgh

53 Commenti

  1. Marco

    È successo che un cliente si trovasse con un dominio da rinnovare che era però di proprietà della precedente webagency.. e sono successi i casini. Per questo preferirei che sia sempre il cliente a registrare il dominio, su nostro consiglio magari.

    Risposta
  2. Daniele

    La storia di Luca Armani è vergognosa, segno inequivocabile che quando hai i soldoni puoi fare quello che ti pare in Italia.

    Io i domini li faccio registrare ai miei clienti, sia .it che altre estensioni.

    Inoltre i domini che registriamo NON sono nostri, almeno i .it, ma ne abbiamo solo l’uso. E’ però da informarsi meglio.

    Risposta
  3. ADVsha

    Disapprovo le aziende che registrano i domini con il loro nome e non con quello del cliente… secondo me non è la tecnica giusta per legare un cliente, ma solo per inasprire i rapporti.

    E’ capitato anche a me clienti che si sono trovati a registrare nuovi domini perchè il precedente fornitore del sito l’aveva registrato a suo nome.

    Una soluzione in questi casi è chiedere di farsi cedere il dominio, o attendere la scadenza e se non viene rinnovato provvedere subito a registrarlo.

    Risposta
  4. marky

    Non ne sono certissimo ma quando si registrano i domini possono o sono richiesti i dati di chi registra e quelli del titolare del sito, si dovrebbe fare cosi. La nostra azienda compra con il proprio nome, ma il dominio è del proprietario del sito,inseriamo i loro dati. Anche secondo la legge se non sbaglio il titolare del sito in qualsiasi momento può richiedere alla web agency i propri dati del dominio e darli a chi vuole, è anche giusto , se una web agency non lavora bene, oltre a creare dei danni, comporta anche il fatto che il cliente è vincolato e quindi dovrebbe acquistare un nuovo dominio…cmq io pure li registro con il nome del titolare…

    Risposta
  5. Roberto Scano

    E’ un argomento un po’ complesso… che come IWA abbiamo già trattato da anni nei seminari a SMAU.
    Innanzitutto il dominio non è di PROPRIETA’ ma è in CONCESSIONE. Significa che se il signor X lo registra (avendone il diritto), lo tiene finchè ne paga il rinnovo: se si dimentica o altro… lo perde.
    Premesso questo, un webdesigner dovrebbe far registrare sempre all’utente il domain name oppure registrarlo per suo conto ma indicando come intestatario il cliente e NON la Web Agency.
    Quando sorgono i problemi? Quando il cliente comprende che il nome di dominio è stato registrato dalla società X e che quindi lui non può liberamente trasferirselo… e li nascono i casini, spesso con l’uso di legali (per qualsiasi estensione) o di collegi dei saggi per la riassegnazione del nome (nel caso del .it).
    E attenzione… è l’intestatario del dominio che risponde legalmente di qualsiasi “porcheria” (normativamente parlando) è presente nel sito…

    Risposta
  6. lorenzo -dogodesign

    Concordo anch’io con l’idea che debba essere sempre il cliente a registrare il dominio! Il dominio è una cosa di proprietà del cliente e di conseguenza, deve avere la facoltà di disdirlo, rinnovarlo, apportare cambiamenti senza bisogno di intermediari! (con questo non voglio dire che certi clienti particolarmente, come dire, poco propensi a questo tipo di operazioni, non debbano essere aiutati, ma semplicemente devono essere gli effettivi proprietari! Anche quando mi occupo della registrazione di un dominio per conto di altri, finita l’operazione consegno tutto il materiale (cartaceo, multimediale, fatture, controfatture, ricevute e chi + ne ha….) nelle mani del cliente! Ovviamente seguito pagamento…. ;);)

    Risposta
  7. jey

    Articolo interessante, ho postato il problema con un cliente tempo fà e son sempre casini quando un cliente viene via da una webagency…io personalmente non farei problemi a lasciare tutto al cliente, sempre meglio rimanere in buoni rapporti 😉

    Risposta
  8. fradefra

    In anni di esperienza nel mondo del Web Marketing (ci sono dal 1998), m’è capitato molte volte di trovare aziende a cui non interessava minimamente chi avesse registrato il dominio, quasi che fosse una cosa non loro.

    Ad oggi, ovviamente non è più così.
    In generale provo una forte antipatia, istintiva, quando un fornitore di servizi per il web mi dice di registrare per proprio conto i domini dei clienti. So che non sempre è mala fede, ma l’antipatia scatta in automatico. E ce ne sono, ancora oggi!

    Risposta
  9. Simona

    Pure io faccio registrari i domini ai clienti.

    Risposta
  10. Antonio

    Salve, avete provato mai a realizzare un sito a qualcuno che non conosce la differenza tra il dominio e il sito? o cosa voglia dire dominio? questo è il mio caso. Abbiamo realizzato il sito ad un cliente con relativa registrazione di dominio a suo nome. Scaduto l’anno ancora doveva pagarci la metà del sito. Dopo svariati solleciti prima che gli venisse cancellato il dominio, l’abbiamo rinnovato ma stavolta a nome nostro, per fargli capire che se voleva andar via doveva quanto meno saldare il debito. Devo sentirmi in colpa? Mi ha dato un assegno ed è andato protestato. Mi piacerebbe sapere la vostra. saluti

    Risposta
  11. Lauryn (Autore Post)

    In genere tutti i clienti sanno a malapena la differenza fra dominio e spazio web, se è questo che intendevi.

    Il fatto che ti ha pagato solo dopo solleciti e con assegno protestato è solo che non voleva pagare.

    Io ho fatto ricorso ad avvocati per un personaggio che mi ha presa in giro con tante scuse e di cui non ho visto una lira, per cui non sei solo 😉

    Risposta
  12. Antonio

    …si lo so che non sono il solo….ma ora il “problema” è un altro. Tra poco lui o chi per lui tenterà di trasferire il dominio .net come ci si comporta in questi casi? gli lascio i domini attualmente intestati a noi o tengo duro fino a quando non salda il debito? esiste una legislatura internazionale che spiega questo? 🙂

    Risposta
  13. Lauryn (Autore Post)

    beh non è che puoi ricattarlo con il dominio. in teoria il dominio è di chi ne porta il nome, anche se non so darti conferma di come si comporti la legislazione (se c’è) in questa casistica.

    tu devi solo rivolgerti ad avvocati. i domini lasciaglieli pure rinnovare a lui.

    Risposta
  14. fradefra

    Antonio, con quel sistema c’è persino il rischio che lui ti paghi quello che ti deve e poi ti faccia causa, vincedola, per avergli portato via qualcosa di suo, chiedendoti anche danni ecc. ecc.

    Risposta
  15. occhidadiavolo

    salve, il post è un pò vecchio…ma ho un grosso problema
    sto per acquistare una piccola attività, la vecchia gestione ha un sito internet ma sfortunatamente il webmaster si è intestato tutto, come posso fare per fare in modo che questa persona mi dia pwd e che il dominio cambi proprietario???
    spero di ricevere informazioni in merito, saluti

    Risposta
  16. occhidadiavolo

    il dominio in questione è un .it

    grazie ancora

    Risposta
  17. Lauryn (Autore Post)

    @occhidadiavolo: hai provato a chiederlo gentilmente? se il nome del dominio lo prende dall’attività non vedo perchè dovrebbe farti problemi a darti tutti i dati. poi per cambiare intestatario ci sono tutte le procedure online, se hai bisogno di consulenza scrivimi: info@italianwebdesign.it

    Risposta
  18. occhidadiavolo

    grazie, ti contatto subito!

    Risposta
  19. Giorgia

    La persona che mi ha chiesto di creargli il sito ha una paginetta su un piccolo portale regionale. Il proprietario del portale risulta anche proprietario del nome del dominio.it del nome dell’azienda che vuole io gli sviluppi il sito.
    Io vorrei conttattare il proprietario del portale per chiedere il trasferimento, prima di cominciare a sviluppare il sito. Il proprietario del portale ha il diritto di rifiutarsi? Ci sono delle regolamentazioni a rigurado?

    Risposta
  20. Pronto Internet

    fino a prova diversa o contraria il dominio è di proprietà del registrante e cioè quello che appare presso il nic(www.nic.it)all’interno della vecchia LAR (lettera di assunzione di responsabilità). E’ normale che se il sig. Mario Rossi ha registrato il dominio casacasa.it ma l’azienda casacasa è di proprietà di pinco pallo, quest’ultimo a la proprietà comunque del dominio a prescindere da chi lo ha registrato. Spero di essere stato…spiegato :-)))))

    Risposta
  21. gianluca

    salve, io ho problemi con fantomatico webmaster che ha fatto il sito alla vecchia gestione di un hotel adesso sono subentrato io. il tipo non vuole assolutamente dare le pwd dell’ftp io nel frattempo ho creato altro dominio, ma vorrei riavere quello che è + conosciuto dai clienti…il sito è registrato su misterdomain i quali non riesco a contattarli telefonicamente….

    Risposta
  22. Pronto Internet

    capire se è un .com oppure un .it in questa fase è importante. Altra cosa importante a prescindere delle password dell’etp è la proprietà del dominio…

    Risposta
  23. gianluca

    scusa, è un .it

    Risposta
  24. gianluca

    praticamente la vecchia gestione ha le fatture ma lui si è intestato il dominio

    Risposta
  25. Pronto Internet

    .it o .com e chi è il contatto amministrativo?

    Risposta
  26. gianluca

    .it ed il contatto amministrativo è il webmaster

    Risposta
  27. Pronto Internet

    se il dominio è intestato al webmaster ma l’attività è del tuo cliente non hai alcun problema. Il tuo cliente (o tu per conto suo) in qualunque momento può trasferire il dominio e farne ciò che vuoi.

    Risposta
  28. gianluca

    io sarei il nuovo titolare della struttura a partire dal 1° marzo…cosa devo fare per fare ciò che tu dici?

    Risposta
  29. Pronto Internet

    devi fare il trasferimento del dominio con cambio di intestatario, li ci metti il vecchio e tu che sei il nuovo. Trovi regolamento in http://www.nic.it o presso i maggiori provider

    Risposta
  30. gianluca

    ho contattato tramite email misterdomain e mi ha risposto che se non è l’intestatario a fare il cambio loro non possono fare nulla!

    Risposta
  31. Pronto Internet

    non devi contattare l’attuale manteiner ma uno nuovo per il trasferimento. contattami ti spiego meglio.

    Risposta
  32. gianluca

    ciao, ma se contatto uno nuovo vogliono sapere a chi è intestato il dominio da trasferire e non è a nome mio… mandami un’email a dargia.s.a.s@gmail.com

    Risposta
  33. vito

    una agezia da noi incaricato per la costruzione di un sito,si è intestato senza alcuna autorizazzione il dominio portante il ns nome aziendale e tutt’oggi che il dominio è scaduto,l’agenzia non ha provveduto al pagamento,procurandoci il blocco del sito e delle varie e-mail e notevole difficoltà commerciali e di immagine.
    Intendiamo agire per vie lagali e chiediamo se ci sono in merito normative o sentenze.

    Risposta
  34. Pronto Internet

    in questa fase è importante capire se il dominio è un .it oppure un .com

    Risposta
  35. Lauryn (Autore Post)

    @vito: penso possiate chiedere danni per immagine e per interruzione del vostro lavoro, vista l’inutilizzazione delle mail oramai cancellate.
    ecco perchè non mi intesto mai nulla, a parte che non è giusto 😀

    Risposta
  36. Marco

    Salve,
    ho un sito di intermediazione finanziaria e, da qualche mese, la mia web agency non solo NON vuole darmi gli accessi ftp di un sito .it intestato a me, ma si è permessa di caricare sullo stesso dominio un nuovo sito “concorrente”, rinnovando il layout e i testi.
    In questo caso cosa dovrei fare? Il proprietario sono io, ma tutti gli accessi ftp e il codice authinfo lo posseggono loro.
    Grazie mille,
    saluti, Marco

    Risposta
  37. Lauryn (Autore Post)

    ciao marco! se qui: http://www.whois.net/ risulti effettivamente tu come Registrant e quindi proprietario, ti conviene contattare un avvocato. Il Registrar chi è invece? Sono loro o è un diverso hosting? In questo caso potresti spiegar loro la situazione e farti dare gli account ftp facendoteli contestualmente modificare. solitamente basta inviare carta d’identità e conferma che sei tu l’effettivo proprietario. quali sono i domini in questione?

    Risposta
  38. Marco

    Velocissimi! 🙂
    Guarda, puoi guardare tu stesso: il sito è globalfin.it ed è intestato a Marco Zecchetti, il Registar è Tophost, e l’avvocato è già stato contattato.
    Il problema è che intanto il tempo passa e il danno di immagine (e non solo) aumenta.
    Davvero negativa questa situazione, non credi?

    Risposta
  39. Lauryn (Autore Post)

    Perfetto, allora guarda, il primo passo è quello di contattare TopHost facendo presente il problema (fai anche telefonicamente così fai prima). Sicuramente questi farabutti ti avranno iscritto con una mail che possono controllare solo loro così che se richiedi i dati di sicurezza arrivano sempre a loro e ti hanno lasciato fuori da tutto, ma hanno tralasciato questo dettaglio. Loro stessi non possono cambiare l’intestatario a meno che non lascino scadere il dominio e lo registrino di nuovo appena scaduto (con il rischio però che poi riesca a registrartelo tu, non so se lo faranno).
    Io ora sul sito vedo globalfin, tu sei il titolare di globalfin group?
    manda tutte le cartacce a tophost, DEVONO darti gli accessi modificandoli e togliendoli quindi a loro.
    una domanda: tu hai pagato il sito per intero? è uno sgarbo che ti stanno facendo per un mancato pagamento o cosa? non riesco a spiegarmelo…

    Risposta
  40. Marco

    Putroppo Tophost comunica solo via mail o via fax (assurdità), e avevano anche accettato di inviarmi i nuovi accessi, ma ovviamente mandandoli alla mail con cui ci si era registrati.
    Come giustamente hai intuito, i cari ragazzi della web agency si sono registrati con la loro mail, quindi tutto inutile. Da lì non ho più saputo cosa fare e mi sono rivolto ad un avvocato.
    PS: ci sono stati dei dissidi nel momento in cui abbiamo voluto cambiare web agency…e quindi si sono sentiti “traditi”.

    Risposta
  41. Lauryn (Autore Post)

    se hai saldato tutto e non sei nel torto, la lettera di un avvocato li distoglierà sicuramente dal loro intento.
    io, anche con il peggior cliente, non chiudo mai il dominio, che per quel poco che costa, almeno quello penso uno riesca a pagarlo. al massimo gli butto giù il sito se non paga 😀

    Risposta
  42. Marco

    Dopo la lettera dell’avvocato hanno messo su un nuovo sito “concorrente”…evidentemente avranno trovato qualche cavillo legale che fa credere loro di essere proprietari del sito.

    Risposta
  43. Lauryn (Autore Post)

    in bocca al lupo!!

    Risposta
  44. Davide

    Salve, ho un problema !!!
    Il dominio .it è intestato a me, ma ho scoperto in fase di rinnovo che lo spazio web è rimasto intestato al Web Agency. Infatti, a trucco, mi fornito di tutti gli accessi al dominio tranne quelli che mi avrebbero consentito di rinnovare, trasferire o ampliare. Con il Web Agency non sussiste alcun contenzioso ed ad oggi mi ha creato la disattivazione del dominio.
    Domanda: può mantenersi intestato lo spazio web, dopo che ne vengo solo ora a conoscenza ??? E con la disattivazione del dominio come la mettiamo, visto che saranno giunte solo a lui le comunicazioni di prossima scadenza ???
    Grazie

    Risposta
    1. Lauryn (Autore Post)

      dovete di comune accordo mandare un modulo all’hosting per cambiare l’intestatario del dominio, così che voi possiate decidere in autonomia cosa fare. è richiesta però la firma vostra e della webagency che vi gestiva il dominio.

      Risposta
  45. VALENTINA

    Salve,
    io avevo un domino a mio nome, ma quando poi mi sono rivolta ad una web agency per migliorare il mio sito, si è intestato tutto una persona che nanche conosco, che abita in un’altra citta dell’agenzia stessa. Quando dopo varie discrepanze tra noi, ho deciso di voler venire via, è stato un abisso e lo è ancora.
    Non mi concede l’auth code, di ha disattivato il sito facendomi perdere la graduatoria in google che ho faticosamente conquistato. Ha in mano il mio sito con tutti i dati dei miei clienti.
    Cosa si può fare???? Che carte ho da giocare per non perdere tutto.
    QUesto è ricatto, è chiusura forzata del mio negozio on line. Grazie

    Risposta
    1. Lauryn (Autore Post)

      Valentina, il comportamento di questi “professionisti” è assolutamente scorretto. A questo punto il danno è fatto. Può decidere di rifare tutto da capo su un altro dominio, facendo tesoro di questa brutta esperienza, o decidere di ingaggiare anche un avvocato per denunciarli per mancato guadagno dovuto a loro decisione di tenere tutto in ostaggio. Mi sfugge il perché di questa loro ripicca: lei ha pagato loro tutte le fatture? Non ha pendenze con loro?

      Risposta
  46. gloiaconoGiuseppe

    Ho appena acquistato un dominio tramite un web-master per la realizzazione di un sito. Ora siccome non sono contento su come lavora questa persona e di come sta venendo il sito, vorrei cambiarlo e affidare la realizzazione ad un altro web-master. Posso farlo o sono costretto a farglielo finire comunque e sono incastrato?

    Risposta
    1. Lauryn (Autore Post)

      Salve Giuseppe, dipende da cosa dice il contratto che ha firmato con questo webdesigner, cosa prevede se uno dei due vuole interrompere il rapporto di lavoro?

      Risposta
  47. Paolo Pastacaldi

    In realte’ nessuno e’ proprietario di niente . la registrazione dei nomi a dominio avviene per farsi assegnare il nome dal Registro http://www.nic.it per quanto riguarda il .it . Il futuro assegnatario puo’ richiedere la registrazione direttamente al sito sopra oppure registrarlo tramite una azienda accreditata presso il Registro (es. la nostra http://www.ctsnet.it) . Il nome a dominio viene asseganto per pagamento anticipato e ha durata di un anno dal momento della registrazione. I dati che vengono passati al Registro comprendono quelli del nome dell’ assegnatario , quelli del responsabile amministrativo e quelli del responsabile tecnico. Questi dati vengono passati alle autorita’ competenti nel caso si verifichino violazioni della legge nazionale. In caso di disputa del nome, tra piu’ soggetti, il registro ha un ufficio legale dove possono essere richieste informazioni e inoltrati reclami . La sede per la risoluzione delle dispute e’ in seno al Registro , cio’ non toglie che un soggetto possa ricorrere alla autorita’ giudiziaria per la risoluzione di un eventuale conflitto.

    Risposta
  48. Paolo Pastacaldi

    Se avete un nome a dominio con un sito che riguarda la vostra attivia’ e vi accertate che non siete assegnatari, richiedete al tecnico che vi segue , di passare l’ intestazione a voi, Prima di far cio’ , consiglio di fare degli screenshot del sito e del risultato di una ricerca WHOIS a tstimonianza che questo nome a dominio e’ usato in modo improprio . Attenzione intestarsi un nome a dominio e’ una responsabilita’ , ossia se sul vostro sito apparissero cose che vanno contro la legge italiana siete ritenuti civilmente e penalmente responsabili.

    Risposta
    1. Lauryn (Autore Post)

      grazie per le precisazioni, Paolo 🙂

      Risposta
  49. Paolo Pastacaldi

    E’ doveroso far chiarezza , per tutti, soprattutto per i professionisti del settore . sono troppi i “furbi” in questa attivita’ . Grazie a te 😉

    Risposta

Lasciaci un tuo commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: