Diventare webdesigner: dimentica il “qui”, puoi avere qualsiasi cliente di ovunque

Una dubbio che mi viene posto da chi vuole intraprendere l’attività di webdesigner o social media, web developer o web-coso* che sia è: “ok, io studio, apro la mia attività, ma qui avrò clienti?”.

Quando sento gli avverbi di luogo pronunciati da un web-coso mi vengono i brividi: il web, la rete, il luogo dove non esiste luogo, dove tutto è possibile, dove…DOVE, ecco, noi esseri umani abbiamo bisogno di un luogo, un cantuccio sicuro, una “casa” da cui partire.

Allora caro web-coso la mia risposta è: la tua casa non è in via cippalippa a Milano-Bologna-Roma-Palermo e per par condicio Nuoro, ma la tua casa è il tuo sito web, vai dei server, hosting quello-che-vuoi-basta-che-non-vada-in-down.

Il tuo sito è il tuo portfolio, la tua presentazione online, il tuo biglietto da visita, la tua pubblicità. Da lì si svilupperà tutta la tua attività, che può, anzi DEVE necessariamente essere rivolta a tutto il pubblico italiano, o perché no mondiale, se decidi di comunicare in inglese. Chiunque può raggiungerti da ovunque tramite Google e non pensare che solo perché tu abiti a Pippocorto in provincia di Cippirimerlo non riuscirai a raggiungere un cliente di Milano perché “c’è concorrenza”. No, la concorrenza la fai tu, se sei bravo abbastanza da capitare nelle SERP di Google o se hai sufficiente giro di passaparola da arrivare anche lontano.

Il “qui” mirato, deve essere invece una strategia di mercato rivolta alla tua nicchia, se ad esempio hai in mente di coinvolgere le attività di ristorazione di Matera piuttosto che di Carpi, e non una costrizione geografica di residenza. Puoi comunque decidere di mirare ad un determinato pubblico, vuoi perché preferisci proporre di persona i tuoi servizi, vuoi perché pensi di poter sviluppare un’idea precisa per quella località, etc ma non limitarti perché pensi che siccome abiti a Punta Licosa devi avere solo clienti di Punta Licosa (esiste, ho Googlato :D)

Spero di aver risposto ad uno dei tanti dubbi che attanagliano la testolina di chi si appresta a voler fare questa professione, per tutto il resto rimando alla mia guida Come diventare web-coso, guida per diventare web designer da autodidatta (ma anche developer, social media manager, quello che vuoi, sempre da qui si parte).

VERSIONE CARTACEA: 

  • su Amazon.it (7,27€)
  • e se abiti in Uk, sempre in italiano, ma spedita da Amazon Uk (5,99£)

VERSIONE DIGITALE:

Amazon Kindle 2,99€

Lulu (pdf) a 2,99€

 

 

*professione che spazia fra diverse ma ha come comune denominatore il web

Laura Gargiulo, web designer freelance e blogger.
Autrice di “Come diventare web-coso” e “Consigli di webdesign base“,
moglie dal dicembre 2010 e madre dal dicembre 2012.
Portfolio personale: Lauryn.it
Parlo anche di viaggi ed expat su: Myplaceintheworld.it e do consigli su come espatriare a Edimburgo sul mio blog Lovin’Edinburgh

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *