Voglio diventare webdesigner: e ora?

Ecco l’articolo che è pubblicato su Blogmagazine, lo ripubblico qui per creare un luogo di confronto su questo argomento. Fatemi sapere che ne pensate!

1070782_rainbow_circleIn Italia purtroppo non esistono corsi specifici, o perlomeno non in modo stabile.  I percorsi da seguire sono infiniti, ed è possibile perdersi per strada in qualsiasi momento se non si ha bene in testa dove si sta andando.

Esistono scuole a livello superiore con indirizzo sperimentale che permettono di cominciare ad avere un’infarinatura e una base sul webdesign, grafica, comunicazione, fotografia. A Milano che io sappia esiste solo una scuola che permette ciò: l’Itsos Albe Steiner, istituto tecnico superiore a orientamento speciale.

I corsi finanziati, i corsi a pagamento

Ma se avete già superato l’età dell’adolescenza e non avete avuto la fortuna di frequentare quella scuola, non disperate. A seconda del momento storico che starà vivendo l’Italia nel momento in cui leggerete queste pagine, potrete usufruire di corsi finanziati dalla vostra Regione (se esisterà ancora la Regione come istituzione) o dalle agenzie di lavoro temporaneo. Non mi affiderei però a corsi che durino meno di 600/800 ore comprensive di un minimo di stage presso webagency riconosciute. Questo perchè tutta la formazione possibile non ha valore se non si comincia prima a testare di persona le cose imparate. La miglior palestra, come tutti i lavori, è l’applicazione pratica.

462432_studentsSe nessun ente decide di finanziarvi, e potete permettervelo, finanziatevi da soli. Ci sono corsi organizzati da aziende, ma anche qui fate bene attenzione ai programmi. Se vi parlano di frames, di costruzione di layout tramite le tabelle e non menzionano css, w3c,  usabilità e progettazione, webmarketing, …dubitate. Soprattutto se i costi sono relativamente elevati rispetto al numero di ore.

Per un corso serio, annuale o triennale, a livello universitario o parauniversitario, possono chiedervi anche fino a 9.000 euro, e può stare anche bene a chi ne ha la possibilità, ma se per un corso di 70 ore (roba che lo fai in un paio di settimane lavorative) vi arrivano a chiedere più di 1.000 euro rifletteteci su…

Qualsiasi corso decidiate di fare, qualsiasi diploma vi rilascino, sappiate che non ha comunque alcun tipo di riconoscimento serio…anche se avere un diplomino che attesta che siete webdesigner dà sempre la sua soddisfazione (ditelo a me che tengo il mio diplomino della Regione Lombardia incorniciato in camera).

Piccola nota: ovviamente non troverete corsi intitolati “webdesign” o “corso per formazione webdesigner”, ma ci saranno corsi che toccano gli stessi argomenti di cui avete bisogno per svolgere la vostra professione. Sta a voi decidere se volete orientarvi di più sugli ambiti di comunicazione digitale o multimediale, visual, marketing o programmazione.

Percorsi alternativi, percorsi obbligati

webdesign-webdevelopment-books2Ma c’è un percorso, che sarà comunque un percorso vittorioso, dato che una volta diplomati dovrete percorrerlo comunque per continuare ad aggiornarvi e crescere, ed è quello dell’autodidatta. Che vogliate avere una base impartita da qualcuno, o  che decidiate di costruire la vostra professione con le vostre mani, dovrete comunque percorrere questa strada se vorrete dimostrarvi dei professionisti sempre al passo con i tempi e aggiornati.

Il costo? Due o tre libri specializzati tanto per cominciare (totale massimo un centinaio di euro) e qualche altro di approfondimento dopo che avrete preso dimestichezza con gli strumenti, e via.

I programmi per il computer? Ce ne sono a bizzeffe di programmi open source, e per costruire siti credetemi non avete bisogno di altro. Lasciamo Photoshop e Dreamweaver che eppure reputo i programmi migliori per il webdesign, a momenti migliori, in cui potremo spendere qualche soldino in più, magari reinvestendo i primi guadagni  dei nostri siti.

Abbonatevi ai feed, navigate, usate lo strumento per il quale state lavorando!

rss_icon_blueNon dimenticate chi volete diventare: webdesigner. Persone che lavorano per costruire siti e che conoscono del web i meandri più sconosciuti. Pertanto navigate, usatelo secondo il vostro scopo, cercate tramite i motori di ricerca le risposte alle vostre domande, confrontatevi con altri webdesigner professionisti, optate per la soluzione migliore. Spesso le cose si imparano proprio in questo modo. Una cosa che avevate vagamente letto su un libro, ora la dovete applicare e non vi ricordate più neanche di averla già letta o studiata. E allora cercate, digitate, confrontatevi…la soluzione per il 90% delle vostre domande esiste già in rete.

Abbonatevi ai feed dei blog e dei siti che vi hanno saputo dare le risposte migliori, tenetevi sempre aggiornati e non smettete di essere curiosi e approfondire. E se al momento non potete o non volete, non dimenticate comunque di aver sentito parlare di quella determinata funzione. State sicuri che prima o poi vi ricapiterà sotto il naso o vi verrà richiesta da un vostro cliente, e sarete costretti ad impararla.

Questo dovrebbe esservi sufficiente per un po’…alla prossima!

comediventarewebcosoAggiornamento del 26 ottobre 2014: Se ti è piaciuto questo articolo allora potrai trovare interessante il mio nuovo ebook “Come diventare web-coso. Guida per diventare web designer da autodidatta“. Disponibile su Lulu in pdf. L’argomento è intuibile e ti posso dare qualche dritta sulla tua nuova avventura da web designer. Sei incuriosito? Ecco qui il link con l’anteprima!
scuola webdesigner ebook consulenze ux
Laura Gargiulo, web designer freelance e blogger. Autrice di "Come diventare web-coso" e "Consigli di webdesign base", moglie dal dicembre 2010 e madre dal dicembre 2012. Portfolio personale: Lauryn.it Parlo anche di viaggi ed expat su: Myplaceintheworld.it e do consigli su come espatriare a Edimburgo sul mio blog Lovin'Edinburgh

54 Comments

  • Playrom

    23 febbraio 2009, 16:02

    ho avuto il piacere di leggerlo pure dentro il magazine e devo dire che mi ha illustrato un po’ in linee generali il tutto…

    in italia purtroppo non c’è molta attenzione al web,e così gli aspiranti webdesigner et webmaster (come me) non riescono molto spesso a imparare e formarci….

  • Dario Venneri

    23 febbraio 2009, 16:21

    Davvero un buon articolo, nulla da aggiungere. 😀

  • Luca

    23 febbraio 2009, 16:29

    E vero che la regolamentazione, anche giuridica, del webdesigner non esiste, o perlomeno è alquanto blanda e superficiale. Detto ciò, sconsiglio caldamente qualsiasi corso di formazione in Italia; a mio avviso ancora troppo indietro.

    Tenete bene in mente, che per fare questo lavoro dovete essere sempre aggiornati con un delay di massimo 6 mesi. Ciò significa che quando uscite dal corso, dovete di nuovo buttarvi sui libri per rientrare in carreggiata.

    Diciamo che chi si offre di insegnare questo mestiere a livello statale ha una qualità bassissima, conosce poco l’inglese e sicuramente se gli chiedete se le breadcumbs è meglio posizionarle lontano dalla barra di ricerca per una migliore usabilità vi guarderanno strabuzzando gli occhi e dicendovi…”l’importante è che tu le metti!”…..

  • Elena

    23 febbraio 2009, 16:40

    Io ho avuto un esperienza bruttissima con questo genere di corsi per webdesign, per cui fiducia datene davvero poca a certe persone che ti vogliono solo fregare tanti bei soldini.

  • Yuffie

    23 febbraio 2009, 20:02

    Personalmente sto imparando da autodidatta con buoni risultati. I pochi libri che ho comprato scritti da professionisti mi hanno aiutato tantissimo a migliorare spendendo meno di un corso, anche se la strada per migliorare è ancora lunga!

  • Playrom

    23 febbraio 2009, 21:45

    io l’unico libro che ho preso è stato uno sull’html,mentre ora sto studiando il php da solo…solo che vedo che è difficile riuscire a capire tutti i concetti…

  • Lauryn

    23 febbraio 2009, 22:55

    @luca: hai ragione, i corsi valgono se valgono i professori/professionisti che li tengono. purtroppo non sempre ci è dato di sapere chi saranno e non sempre soprattutto agli inizi, si hanno gli strumenti per valutare i buoni e i cattivi. e in ogni caso sì, mai smettere di studiare.

    @elena: concordo, soprattutto se sono dati da aziende e professionisti, procuratevi quante più informazioni possibili su di loro prima di spendere i vostri risparmi

    @yuffie: bravissimo, ma non demordere. magari ci vuole un anno di più da autodidatta, ma ci si arriva.

    @playrom: il php richiede più tempo se non parti da una base di programmazione come posso averla avuta io all’istituto tecnico. in quel caso forse un corso base ti pò aiutare a partire, però non è detto, ho visto molti partire dalle basi e smanettare tantissimo, e arrivare a fare cms interi da soli. tutto si pò se si vuole 😉

  • Marighela

    23 febbraio 2009, 22:56

    ^_^ noto con piacere la menzione all’ITSOS che sai bene, cara Laura, essere stata anche la mia scuola, ormai 13 anni fa. 🙂
    “Ai miei tempi” non c’era nemmeno 1ora di lezione, in tutto il programma del triennio, di teoria/pratica di WebDesigning…in compenso mio fratello di 14 anni piu’ piccolo di me, alle scuole medie gli insegnarono i primi approcci al web (con FrontPage venni a sapere piu’ tardi ^_^ ). Strani casi della vita.
    E strano caso della vita è trovare questo tuo articolo Laura, dopo il nostro scambio di mail dove ti ho raccontato a grandi linee il mio percorso formativo e professionale. Posso considerarlo un piccolo “omaggio”?…dai, fammi sentire “importante” per un po’^_^

    E comunque ragazzi, leggete, tanto, fino a farvi venire male agli occhi (bhè, per modo di dire…:P ) e sfruttate internet finchè potete: la mia esperienza è stata si quella dell’ITSOS prima e di un corso del FSE in grafica multimediale, ma soprattutto la mia vera esperienza didattica l’ho fatta sul campo, leggendo blog negli ultimi due anni, e consumando i click sui siti tematici (leggasi html.it piuttosto che altri). E lo faccio tutt’ora, dal 1999, con sempre maggior FAME di tutto cio’ che è il web.

    Scusate forse sono stata presa dall’enfasi nel rispondere, ma ho scritto davvero “di pancia”! ^_^

  • Marighela

    23 febbraio 2009, 22:57

    scusate ehm…dimenticavo…noto con piacere che l’ITSOS ha finalmente rifatto il proprio sito ^_^

  • pai77

    23 febbraio 2009, 23:41

    ciao ho letto con interesse l’articolo e vorrei avvicinarmi a questo mondo ho trovato un corso finanziato interamente dalla regione lombardia che proprone come programma:
    la progettazione e la realizzazione di un sito
    aziendale con il seguente programma:
    -Creazione di un sito Web: progettare un sito Web e criteri di
    usability; introduzione a Dreamweaver: interfaccia e strumenti, definire un
    sito, creare e modificare pagine; inserire e formattare testi, modificare il
    colore dello sfondo della pagina e dei testi, elenchi puntati e numerati,
    collegamenti ipertestuali; uso dei frame; pubblicazione del sito.
    -Inserimento di immagini e oggetti: inserimento di immagini in una
    pagina; inserimento di oggetti multimediali audio e video; mappatura di
    un’immagine; inserimento di tabelle in una pagina: proprietà di celle,
    righe, colonne, tabelle; tabelle nidificate.
    -I moduli: inserimento di un modulo in una pagina; i principali tipi
    di campo modulo: testo, elenco a discesa, radio button, check box; i
    pulsanti Invio e Ripristina; gestione di pagine dinamiche: form di input e
    form di output.
    -Lavorare con Fireworks: creazione e modifica di testi grafici:
    effetti di riempimento, texture, ombra e luce, smusso e rilievo; creazione
    di titoli per le pagine web; disegnare pulsanti e barre di navigazione per
    le pagine web; strumenti per la gestione delle immagini: gomma, lazo,
    bacchetta magica; esportare le immagini in diversi formati.
    -Disegnare con Flash: disegno geometrico e a mano libera; modificare e
    deformare forme; sovrapposizione di forme e uso dei livelli; effetti
    riempimento.
    -Animazioni con Flash: uso della linea temporale; animazione
    fotogramma per fotogramma; animazione con interpolazione forma e uso dei
    suggerimenti forma; animazione con interpolazione movimento; uso di
    tracciati, accelerazioni, rotazioni.
    -Maschere e clip filmato in Flash: creare maschere in Flash, effetti
    di animazione con le maschere, conversione di un oggetto in simbolo;
    creazione di clip filmato, effetti di animazione con clip filmato.
    -Pulsanti in Flash: creare pulsanti in Flash, effetti di animazione
    con i pulsanti e collegamenti a pagine web.
    sono 200 ore di corso che ne dite per una neofita come me???

  • Dario Venneri

    24 febbraio 2009, 01:15

    Se un corso è gratis, vai.
    Conosci gente nuova, con le tue stesse passioni, e ti diverti.

  • Lauryn

    24 febbraio 2009, 09:27

    @pai77: assolutamente no…qui ti insegnano come usare dreamweaver e i vari programmi correlati, ma non ti insegnano assolutamente a fare siti. ho rabbrividito al: “inserire e formattare testi, modificare il colore di sfondo della pagina….” e nessuna menzione ai css…
    risparmia tempo e studia qui con noi pai77 😉

    @marighela: questo articolo è nato poco tempo fa grazie ad una ragazza che chiedeva aiuto sul forum, tu sei già più avanti!! :* (ps come procede il restyling?)

    @dario:ok divertirsi, ma perdere tempo no ahahah

  • Marighela

    24 febbraio 2009, 09:41

    ^_^ ^_^
    il restyling è fermo 🙁 continuo a buttare giu’ idee ma poi ripenso alle tue osservazioni e “butto” tutto.

  • Lauryn

    24 febbraio 2009, 09:44

    non ti arrendere 😉 poi si sa il proprio sito è sempre quello più difficile da fare perchè non si è mai soddisfatti 🙂

  • Marighela

    24 febbraio 2009, 10:07

    appunto!!!!!! ^_^ ma mica voglio metterci 6 mesi come l’ultima volta 😛

  • Fabio

    24 febbraio 2009, 10:21

    Ciao a tutti, 2 anni fa ho seguito un corso un “master” di webdesigner presso una nota scuola di Roma… premetto che già allora avevo buone conoscenze però il programma del corso era di livello medio-avanzato motivo per cui ho deciso di iscrivermi.
    Ho speso oltre € 1500 per un corso… il livello dei docenti… era ridicolo (potrei fare 1000 esempi sul livello offerto come ad esempio che i CSS servono esclusivamente per formattare il testo della pagina… o che bastava fare una domanda che discostava dal loro programma per metterli in seria difficoltà), insomma uno spreco di tempo e di soldi! Eppure questa scuola di soldi per pubblicizzarsi ne spende, perchè non investire su docenti di livello?

  • pai77

    24 febbraio 2009, 10:33

    Beh veramente non solo dreamweaver la dicitura corretta riporta
    Web designer, con software Macromedia (Dreamweaver, Flash, Photoshop, 200 ore)
    io proprio sono una principiante non ne so nulla mi parli di css ma non so che sia dici che butto via solo il mio tempo???

  • Lauryn

    24 febbraio 2009, 11:03

    sì pai77 secondo me butti il tempo, perchè dreamweaver, flash, photoshop, sono solo strumenti che ti servono per fare il web. se non sai proprio usare photoshop e fireworks fai pure il corso, ma cerca di dimenticare tutto ciò che ti insegneranno di dreamweaver, perchè l’html e il css (di cui si compone una pagina web) si fanno grazie all’aiuto di dreamweaver, ma non li fa dreamweaver.

    è un po’ come insegnare ad un artista come mischiare i colori e usare il pennello, ma non gli si insegna a fare quadri 😉

  • MarcoDedo

    24 febbraio 2009, 17:32

    Ciao a tutti.
    Premetto che di html e css non sono proprio a digiuno, anzi aggiungerei anche una buona infarinatura di php e mysql, ma allo stesso modo da novembre 2008 sto frequentando il corso specialistico in webdesign e grafica pubblicitaria presso la ILAS di Napoli. A principio cominciai a pensarla come voi: professori che ci insegnavano l’abc di Flash CS3 e Illustrator CS3, compagni di corso che non avevano mai sentito parlare di fogli di stile. Il programma, giorno dopo giorno, va sempre più avanti e ci insegnano tecniche nuove (e non) per disegnare e realizzare stili e contenuti (per ora solo in Flash). Pian piano sto apprendendo un programma a me ‘ignoto’. Mi sono reso conto che conoscevo processi di programmazione php anche abbastanza complessi (per un’autodidatta) e non conoscevo un programma principe del webdesign: Flash, appunto.
    Con questo non voglio assolutamente rigettare tutto quello che fino ad oggi ho imparato da solo, anzi devo dire che le mie conoscenze mi aiutano a lavorare di più con la mente e magari realizzare cose assolutamente nuove grazie alle nuove competenze che sto acquisendo.
Ora, dopo 4 mesi, comincio a notare una consistente differenza di quello che ero e quello che diventerò.

  • Emanuela MTA

    25 febbraio 2009, 17:56

    All’interno del corso di laurea triennale in Tecnologie Web e Multimediali (Università degli Studi di Udine), vi segnalo 3 corsi veramente seri ed interessanti, che lasciano il segno nel corso degli anni (ormai sono laureata da 4 anni quasi, ma le basi e le fondamenta mi sono rimaste perfettamente).
    – Tecnologie web e laboratorio: per il laboratorio si parte con XML, XHTML e CSS, un infarinatura di Javascript DOM. A livello teorico invece si studiano le basi delle reti e di internet (protocolli TCP/IP e ISO/OSI) più molto altro
    – Sistemi multimediali e laboratorio: dalla codifica audio, video alle immagini. Nel laboratorio ci sono diverse opzioni: SMIL, Flash e VRML per la modelazzione 3d
    – Progettazione di siti e portali web: analisi di usabilità, di accessibilità dei siti web (WCAG, Stanca, barrier walktrought, ecc), il corso in assoluto più utile e formativo per l’analisi e la progettazione di siti di qualità.

    Non tutti hanno la possibilità di poter frequentare, o di iscriversi ad un corso di laurea (sopratutto immagino visto la non centralità geografica della sede in questione), ma da ex-tutor di facoltà vi posso suggerire di partecipare ai corsi singoli e sostenere i singoli esami(mi sembra che un corso singolo costi al massimo 200€) e per questi 3 secondo me potrebbe davvero valerne la pena.

    Per ogni ulteriore informazione:
    http://www.uniud.it/didattica/facolta/scienze/tecnologie_web_e_multimediali/insegnamenti.htm

  • Andrea Moro

    26 febbraio 2009, 12:01

    In Italia non esistono corsi e basta. Perchè c’è qualcosa di intelligente, sano e utile per il Web Marketing?
    C’è qualcosa che ti istruisca su come diventare sistemista? Qualche corso che serio che ti insegni come far grafica?

    Io faccio fatica a trovarli. E stiamo parlando di macro discipline. Se poi vuoi svicerare tutto fino in fondo, meglio non perder proprio tempo.

    Stiamo indietro!!!!

  • Alex

    27 febbraio 2009, 09:35

    Dalla mia esperienza professionale posso dire che la base di development che ho appreso a scuola (Perito Informatico) al tempo era oro colato, ora vale molto poco, dato che dopo 4 anni la mia scuola propone ancora la stessa zuppa: java e html per i sistemisti, asp, vb e c++ per gli informatici…e tutto il resto che è uscito negli ultimi anni? Ajax, Flash, Photoshop, Silverlight, CSS (solo per fare degli esempi)???

    Quindi se già la scuola di base non forma la persona su quello che realmente dovrà “dare” nel mondo del lavoro, allora i corsi non è che siano messi meglio…sopratutto per persone che comunque non hanno 9mila euro da buttare se poi tutto va male…dato che molti programmatori finiscono nei call center, oppure con contratti che non gli ripagano in 1 anno intero il costo della formazione extra.

    quello che posso consigliare e di fare corsi online…ci sono molti siti che partono dall’html base fino ad arrivare a colossi come Ruby On Rails o addirittura .NET che hanno bisogno di basi leggermente diverse dal design puro. Inoltre come suggerito nell’articolo crearsi una bella cartella preferiti con tutti i blog, feed o siti che possono dare spunti, news o tenerci aggiornati su come si muove la tecnologia e il mercato.

    Altra cosa su cui suggerirei è di specializzarsi al massimo su un solo ambiente per volta esempio (Ajax o Flash o PHP) e specializzarsi su un ambito in particolare più business oriented (SEO, PPC, Customer Experience, Social Networking). In questo modo il tempo di apprendimento sarà minore e potrete subito offrirvi come expert ad aziende che cercano stagisti o piccoli freelance. Naturalmente dopo va da se che serve approfondire il resto e riuscire a offrirsi in ogni campo senza dire “io non lo so fare”…

    Altro aspetto secondo me obbligatorio è cominciare sin da subito a imparare i linguaggi dei nuovi media: Blog, Social Networking, instant messaging, Wiki, Mappe e anche qualcosa sul web semantico, perchè le aziende ora come ora chiedono sempre meno programmini e sempre più integrazioni con le nuove tecnologie (nell’ultimo mese mi sono già arrivate 6 richieste di applicazioni per facebook).

    I soldi per il corso e per i libri usateli per comprarvi una suite ADOBE completa perchè è la cosa in assoluto più utile per poter fare bene e in modo professionale il proprio lavoro.

  • Lauryn

    27 febbraio 2009, 09:40

    ok i soldi per il corso…ma i libri servono tanto quanto una suite Adobe 🙂

  • sara

    27 febbraio 2009, 14:22

    ehm…un corso di 18 ore, costo 60.00 euro, “i certificati rilasciati hanno valore esclusivamente didattico”… che significa?

  • Lauryn

    27 febbraio 2009, 14:24

    @sara: che non hanno assolutamente valore, come tutti i certificati che vengono rilasciati per corsi brevi d’altronde…è un po’ come una pagellina interna per intenderci, più che un “diploma” vero e proprio 😉

  • sara

    27 febbraio 2009, 14:45

    ti ringrazio 🙂 … sono indecisa se farlo o no… dicono che ha valore nel curriculum… è vero?

  • Lauryn

    27 febbraio 2009, 14:50

    un corso di 18 ore ti da veramente poco…ha più valore un solo sito fatto interamente da te che così poche ore di corso 😉

  • Andrea Moro

    27 febbraio 2009, 14:52

    @sara significa che sono soldi rubati da una ditta x che ti propone forse di insegnarti qualche cosa.

  • sara

    27 febbraio 2009, 14:54

    uhmm 🙁 … grazie tante 🙂

  • DAVIDE

    10 marzo 2009, 09:25

    Ciao… sono un ragazzo di verona,e sono all’ultimo anno di superiori di un professionale (indirizzo grafico pubblicitario) gia ora lavoro con una piccola agenzia,ma non trovo le risposte che cerco. Fare il web designer è la mia piu grande aspirazione,sono giovane e ho tanto da imparare,però mi ritrovo finita la maturità a non sapere come raggiungere i miei obbiettivi. C’e chi mi consiglia un corso della regione,chi una laurea breve. Ma qual’è la strada piu giusta?
    Avrei bisogno di un aiuto,magari di chi è riuscito a diventare effettivamente web designer e che quindi può indicarmi il percorso più giusto.

    grazie
    ciao

  • Lauryn

    10 marzo 2009, 09:29

    ciao davide, come spiegavo nell’articolo non c’è un percorso “giusto” se non quello di studiare, anche da soli volendo…devi capire qual è fra le materie di studio quella che più ti piace e specializzarti. se già lavori in un’agenzia non penso che un corso della regione possa darti di più: la migliore esperienza la si fa sul campo. a quel punto “punta” (scusa il gioco di parole) ad una laurea breve o un master, magari non di quelli che costano un botto…

  • Emanuele

    22 marzo 2009, 04:59

    Buongiorno a tutti.
    Premetto che ho trovato questo articolo in seguito ad una ricerca in google…
    Vorrei porvi un quesito, che probabilmente va’ oltre il lato prettamente tecnico della questione e assomiglia piu’ ad un consiglio; ma veniamo al dunque:
    sono un ragazzo di 20 anni, e ho sempre avuto la passione per l’informatica, la programmazione e da qualche tempo tutto cio’ che riguarda il web.
    Non ho il diploma in quanto ho dovuto interrompere gli studi (informatica presso istituto tecnico), e pertanto mi trovo in difficolta’ con trovare un lavoro dignitoso (che non sia operaio o magazziniere, per intenderci).
    Da qualche mese ho iniziato a studiare (quindi autodidatta) i principali linguaggi usati nella realizzazione di siti web ed addentrarmi piu’ profondamente in questo campo.
    Ho anche iniziato a realizzare qualche piccolo lavoretto, ma mi trovo in un punto in cui non so se quello che sto’ facendo abbia un valore oppure sia solamente “tempo sprecato”.
    Non so se sia chiaro cosa intenda con questo, per essere piu’ preciso chiedo se secondo voi e’ possibile che un ragazzo senza diploma abbia la possibilita’ di lavorare in qualche webagency o comunque rieasca a trovare occupazione in questo campo, ovviamente al seguito di una comprovata conoscenza (almeno basica) di questo settore?

    mi scuso ampiamente per la lunghezza del mio commento, ma spero comunque di trovare una risposta da voi esperti!

    grazie,

  • Lauryn

    22 marzo 2009, 10:32

    ciao emanuele,
    proprio un mio amico è stato in passato nella tua stessa situazione.
    avere un diploma è importante, ma anche un buon portfolio. e all’inizio se non hai nè l’uno nè l’altro è dura…il mio consiglio è di seguire una scuola serale, magari a indirizzo informatico o artistico per portarti a pari con il “diploma” e contemporaneamente studiare da autodidatta il webdesign. arriverai ad essere pronto per trovare lavoro in una bella webagency con facilità 🙂
    in bocca al lupo!

  • themis

    6 aprile 2009, 18:04

    Ciao a tutti! volevo chiedervi un’informazione: io vorrei specializzarmi nell’uso di flash perchè è la tipologia di siti che più mi si addice, ma vorrei sapere che cosa studiare…per as3 c’è il libro di Colin Moock che ho già, e volevo chiedere se bisognava conoscere l’as2 per poter studiare as3…(a me interesserebbe partire subito da quest’ultimo).

    Grazie mille

    Themis

  • Laura De Masi

    6 aprile 2009, 22:46

    themis.. dipende da come è strutturato il libro, se parla solo delle novità di as3 oppure se invece fa una panoramica generale!

  • Fiorstella

    26 agosto 2009, 22:18

    ciao a tutti stavo per iniziare a pagare un corso di web design 1500 euro!!!! grazie a voi ci ho ripensato…..mi sapete consigliare qualche libro per iniziare da autodidata??

  • ary87n

    11 ottobre 2009, 19:03

    Anche a me piacerebbe un giorno svolgere questa professione.
    Nella mia regione non ci sono per ora corsi gratuiti, il costo è sempre sui 1000 euro per 70-80 ore. Io l’ho trovo eccessivo. Ho trovato solo un corso finanziato dalla regione, ma dura 36 ore… mi sembra pochino. Ho studiato alle superiori la creazione di un sito web, usavamo dreamweaver.
    Ma abbiamo fatto davvero pochissimo.
    Per ora sono una principiante, mi diletto solo nella creazioni di skin per i forum. Poche cose, mi rendo conto!
    Non saprei dove iniziare … sono un po’ confusa! Che tipo di libri mi consigliate?

  • Lauryn

    11 ottobre 2009, 20:09

    ciao ary87n!
    guarda nella nostra sezione libri, ce ne sono alcuni che non possono mancare!

  • ary87n

    11 ottobre 2009, 20:58

    grazie Lauryn! vado a vedere! baci

  • ary87n

    11 ottobre 2009, 21:43

    Ho letto nella sezione “Libri”, ce ne sono tantissimi! E non so da quale cominciare 🙁
    Inoltre ho trovato diverse guide sul web, tipo quella di html.it. Può essere utile?

  • Lauryn

    12 ottobre 2009, 07:35

    sì, sicuramente.
    allora fai una cosa, sono assolutamente da avere per cominciare: “Guida completa ai css” di Gianluca Troiani. Per l’html vai di guide base di html.it e per tutto quello che ci sta dietro “Don’t make me think” (in italiano) di Steve Krug, tra l’altro contiene molte illustrazioni ed è divertente, lo si legge in poche ore 😀

  • ary87n

    12 ottobre 2009, 10:58

    grazie mille! 🙂
    Il tuo articolo e i tuoi consigli sono stati molto utili!

  • Lauryn

    5 novembre 2009, 19:18

    ary87n: assolutamente no, guarda bene il programma, non menzionano nemmeno una volta i css, questi dubito che sappiano far siti…guarda il codice del loro sito, è fatto con le tabelle.
    no aryn, sarebbero 2.000 euro sprecati. cerca qualcos’altro 😉

  • Lauryn

    6 novembre 2009, 08:32

    allora: i primi parlano di editazione dei css mediante classi. anche questi hanno capito poco a cosa servano i css, i secondi invece sono fin troppo avanzati, ho paura che quando si comincia a parlare di cms ti spaventi e temo che 150 ore siano un po’ poche per spiegare tutte quelle cose…mannaggia non vorrei sembrare schizzinosa ma sti corsi non so…magari fai il primo però poi fai un paio di lezioni con me che ti rettifico gli errori che ti avranno insegnato 😀

  • ary87n

    6 novembre 2009, 22:03

    Oggi sono andata a informarmi meglio del corso.
    Il programma del primo corso che ti avevo fatto vedere mi hanno detto che non era aggiornato, ho parlato con il professore che farà il corso e mi ha detto che ci saranno anche i linguaggi CSS.
    Mentre per il secondo (quello a Terni) dovrò andare lunedì a fare la richiesta per il bonus formativo. 🙂 Speriamo di ottenerlo almeno per un corso…. Baci

  • adviig

    14 marzo 2011, 23:46

    Ciao Lauryn,
    leggendo le date dei post presenti ho un ritardo di quasi 2 anni…
    Scrivo per dirti che ho frequentato un corso FINANZIATO per “Grafico Multimediale” di 200 ore da marzo a dicembre 2010 organizzato da CSPMI di Reggio Emilia.
    2 corsi simili erano in programma nelle sedi CSPMI di Parma e Modena ma non hanno avuto sufficienti richieste, il costo era di 5000 euro e vi era la possibilità di richiedere voucher e finanziamenti tramite http://www.altaformazioneinrete.it/tabid/130/Default.aspx .
    Altri corsi vengono realizzati dalla Scuola Comics, di cui allego corsi attivi nela mia città http://www.scuolacomics.it/portale/scuola/corsi_a_reggio_emilia.
    Ovviamente vi sono altre sedi sparse per l’Italia.

    PS: il corso è stato fondamentale per chi come me è passato da WEB0(zero…) a WEB2.0 !!!
    Docenti validi e preparati (provenienti da LEN – Parma) ma 200 ore … poche per sviluppare tutto e bene. Il diploma e la qualifica li ho conquistati !!! Però, come e scritto in altri luoghi: terminato il corso pensavamo di essere aquile pronte a volare alte nel cielo, poi abbiamo aperto gli occhi … e ci siamo accorti di essere dei fagiani… sigh.
    Ho tanto da imparare ma poco tempo per farlo … ma ci sto provando.
    Spero di essere stato di aiuto 🙂
    Ciao
    Davide Beltrami

    • Lauryn

      15 marzo 2011, 09:29

      ahhahaha il paragone con i fagiani è fantastico XD grazie del tuo contributo e benvenuto!

  • Rosamaria Governa

    8 giugno 2011, 22:11

    Ciao a Tutti,
    lavoro in una società di selezione di profili informatici.
    Alcuni dei nostri clienti ci richiedono anche dei web designer con sdiversi anni di esperienza: dal profilo disposto ad imparare partendo da uno stage al web designer navigato che sia quindi in grado di operare in completa autonomia.

    Nel caso qualcuno di voi fosse in cerca di un’opportunità professionale, può rispondermi e inviarmi il suo Curicculum Vita completo di esperienze e dati personale.
    In caso il vostro profilo risultasse interessante, provvederò a contattarvi; in caso contrario, inserirò comunque il vostro CV nella nostra banca dati per opportunità future.

    Grazie
    Rosa

  • Diego

    5 settembre 2011, 16:33

    Ciao a tutti.
    Scusate per la domanda che a molti di voi, se non tutti, sembrerà banale.
    Con cosa inizio?
    Ho un diploma di perito informatico e dopo un inizio da aspirante programmatore ho capito che è il web ad affascinarmi.
    Mi sembra di aver capito che la figura più adatta alle mie passioni è quella del web designer ma non ho ben capito da dove iniziare.
    Cosa devo sapere? Cosa devo studiare?
    Su quali libri/guide/blog posso fare affidamento per “autoformarmi”?
    Grazie

    • Lauryn

      25 ottobre 2014, 12:00

      a distanza di anni rispondo, ahimé, chiedo scusa!! se hai la notifica di risposta ai commenti comunque riceverai la mia risposta. se hai già una base di programmazione sei a cavallo. Css, html5 e xhtml1 (se devi fare siti per la PA) sono il must. Come immagino avrai già visto si tratta di formattazione. Poi se vuoi studiare WordPress o un altro CMS per offrire qualcosa in più ai tuoi clienti, ecco che sei già un web designer con le carte in tavola. Spero comunque nel frattempo che tu abbia seguito il percorso giusto e che tu sia già web designer! fammi sapere 🙂

  • Lauryn

    25 ottobre 2014, 11:56

    ciao ragazzi, a tal proposito vi segnalo l’uscita del mio ebook che spiega un po’ di cose, e risponde proprio alle vostre domande qui elencate nei commenti. Spero vi sarà utile:
    http://www.italianwebdesign.it/come-diventare-web-designer-freelance-guida-ebook/
    Se avete domande scrivetemi a info@laurynlabs.it!

  • salvatore

    18 gennaio 2015, 16:44

    Salve ragazzi!
    Vorrei chiedervi un serio consiglio.
    Nel 2011 ho frequentato un corso finanziato di 600 ore in web design e multimedia a torino presso un certo “enaip”..
    Le basi di xhtml, css le ho avute, abbiam fatto esercitazioni ma non in maniera aggiornata ed approfondita. (tra l’altro php che era nel programma didattico, non è stato affatto spiegato a dovere). Feci anche uno stage di quasi un mese ma alla fine non mi andò bene e ho abbandonato tutto perchè mi son sentito “perso” ma sopratutto l’insegnamento è stato dispersivo. 2 anni più tardi mi tuffo nella grafica pubblicitaria, con cui ora riesco a farmi qualche soldino ma non mi sento affatto soddisfatto…
    Come ben potete capire, mi è venuta una rabbia e un capriccio bestiale perchè è nel web design che piacerebbe lavorare , sento di avere le capacità e un sacco di cose nel cervello che vogliono uscir fuori, ma non so davvero come ricominciare da capo seriamente e stavolta con solide basi e competenze, non ho un punto di riferimento e ovviamente di aggiornamenti nel settore ce ne sono stati parecchi.
    Sto cercando corsi qua e là, in aula e online ma non so orientarmi, cosa mi consigliate??

  • LAbDesign80

    27 giugno 2017, 07:38

    D’accordissimo per il “ricorso ai corsi” ma occhio che non tutti vi fanno diventare esperti e veri professionisti. Molti, anzi moltissimi corsi vi danno le basi per poter iniziare, per capire se il percorso intrapreso possa affascinarvi al punto da farne una professione, ma poi sta a voi armarvi di tanta pazienza e passione per arricchire le conoscenze, spesso solo come autodidatti.

    • Lauryn

      27 giugno 2017, 07:40

      verissimo, spesso neanche i corsi universitari sono completi.

Lasciaci un tuo commento!