Un concorso…”di parte”

355 Un concorso...di parteOggi un nostro lettore ci ha segnalato una cosa curiosissima. Il concorso legato al logo di Siracusa, che metteva in palio ben 15.000 euro per il primo premiato, e che si è concluso il 20 dicembre scorso, ha visto come premiato Gianni Sinni, famoso designer professionista di Firenze.

E fin qui tutto bene, se non fosse che lo stesso Sinni faccia parte del Consiglio Direttivo Nazionale Dell’Aiap (fonte, e non è un omonimo) e che nello Statuto dell’Aiap sia previsto che "I membri del Consiglio non possono coprire incarichi permanenti retribuiti dall’Associazione e partecipare a concorsi e gare promosse e gestite direttamente dall’Associazione ove siano previsti premi." (Art.14 dello Statuto Aiap)

Bene ovviamente questa norma è stata disattesa, e non possiamo non rammaricarci come hanno fatto in molti in rete dal momento della premiazione.

Non sono semplici rosik, lascio giudicare a voi stessi il logo ma soprattutto la leggibilità del nome. Non ho però letto i "paletti" imposti dal bando per cui non posso metter voce in questo.

Denunciamo, ma al tempo stesso non ci scoraggiamo, siamo sicuri che non tutti i concorsi vanno a finire in questo modo, perlomeno non quelli organizzati dall’Aiap :S

share small Un concorso...di parte
Avatar of Lauryn Laura Gargiulo, web designer freelance e socia IWA Italy. Autrice di "Come diventare web-coso" e "Consigli di webdesign base", moglie dal dicembre 2010 e madre dal dicembre 2012. Portfolio personale: Lauryn.it Altri blog su cui scrivo: Myplaceintheworld.it, Laurynlabs.it

28 Comments

  • Marco

    28 dicembre 2007, 23:14

    Si ma il lettering|font?
    Siracusa fondata dai greci ecc.. ma Siracusa, a men di equivoci, sta in Italia.

    Sono un professionista, come tutti qui, tutte ste cose mi fanno a bit incavolare. Come il fatto di dover appartenere a un’azienda che fa almeno 1milione di reddito annuo da tre anni per poter accedere a certi concorsi pubblici.

    E’ l’Italia a stare indietro (come mentalità) o sono gli organizzatori di una generazione furba?

  • Avatar of Lauryn

    Lauryn

    29 dicembre 2007, 09:50

    Al di là dei gusti, è proprio l’assenza di legalità e giustizia che ci fa imbestialire :S

  • Michele

    29 dicembre 2007, 10:22

    Già. Non si tratta più di giudicare il logo. Un logo che non avrebbo potuto partecipare nè secondo Statuto nè secondo deontologia professionale. Se l’ente, di cui sono condigliere nel direttivo, massimo organo, insieme all’assembrlea, dell’associazione, organizza un concorso a premi (ma anche non a premi per me)io non posso parteciparvi. E vincere. E’ anche di cattivo gusto. Ancor di più se uno dei membri della giuria è un altro consigliere, mio collega nel direttivo. Ma dico io? Dove sono gli altri parteciapanti al concorso? Il secondo arrivato, infatti, potrebbe essere primo se le deduzioni fossero esatte. E che dice il Comune di Siracusa che ci mette la faccia e i soldi?

  • Pr0v4

    29 dicembre 2007, 11:50

    Mah sempre gli stessi italiani! Nn trovo altre parole per definirli, i soliti mangia mangia a cui siamo tanto abituati in italia!

    Speravo che il web si salvasse da queste forme di “favori”, invece come italiani purosangue ci distinguiamo anche qua!

    Badate, nn sto parlando di nessuno nello specifico, ne tantomeno delle persone che frequentano questo blog, mi riferisco soltanto al genoma italiano :P

  • Luca

    29 dicembre 2007, 12:53

    ho segnaato la discussione su un forum, dove ha partecipato una persona, non credo sia molto contenta di come sia andata la cosa. che rabbia !

  • Avatar of Lauryn

    Lauryn

    30 dicembre 2007, 11:00

    Guardate qui, è il blog di cui è direttore, dell’Aiap, ad un certo punto c’è anche qualche suo commento…devo ancora leggere tutto perchè la discussione è lunga: http://sdz.aiap.it/notizie/9791

  • Pegasus

    30 dicembre 2007, 19:43

    Ke tristezza ste cose !!! ¬_¬

  • Andrea@BV

    31 dicembre 2007, 17:28

    Eh si dopotutto siamo in Italia no? Non vengono mica premiati i più talentuosi… alla fine i “concorsi” li vincono sempre gli amici o quelli che avanzano un favore…
    Il logo fa schifo, forza SIROCYSA!

    Speriamo che il concorso per il restyling di IWD non finisca così! ahahah scherzo ovviamente ;)

  • Avatar of Lauryn

    Lauryn

    31 dicembre 2007, 19:00

    ahhahah no tranquillo, qui non si fanno favoritismi ahhaha vincerà solo il più bello.
    evviva SIROCYSA!!! :D

  • mike

    2 gennaio 2008, 11:52

    concordo sui commenti…non aggiungo i miei che tanto sarebbero identici se non polemici…

    osservo solo i progetti selezionati per il concorso

    http://www.aiap.it/gallerie/9786

    e devo dire che alternative al vincitore ce ne sono…almeno per il mio gusto minimalista e “impossibile da comprendere ad un umano” (fine dicitura di un mio amico a riguardo)…

    in più…prendo spunto dalla gallery e da un po’ quello che vedo in giro…e dico: cavolo se è produttiva la scuola esteuropea!!

  • Avatar of Lauryn

    Lauryn

    2 gennaio 2008, 12:23

    concordo!
    a me personalmente piaceva molto quello di NAILA MAIORANA, YANN LAUBER – LAUSANNE – SVIZZERA :D

  • Francesco

    15 gennaio 2008, 10:24

    Dalla serie… Creo un concorso, per sfruttare un’ altra via dove raschiare un pò di soldi…al comune di siracusa…è veramente scandaloso.. questo insieme a tutto quello che succede nella nostra città… sembra un logo creato da un bambino di 5 anni…senza togliere merito ai bambini che sicuramente avrebbero fatto molto meglio.. ma la cosa più assurda è.. che qualcuno ha scelto per me (cittadino Siracusano) un marchio che deve rappresentarmi in tutto il mondo…
    Voglio vedere con quale coraggio il Dott. Sinni viene a ritirare il premio…
    Scandalosamente Vergognoso.

  • silvio bastianini

    15 gennaio 2008, 10:38

    From: silviobastianini@hotmail.com
    To: ufficiostampa@comune.siracusa.it
    Subject:
    Date: Sat, 12 Jan 2008 16:37:02 +0100

    Gentili signori,
    vorrei esprimere la mia considerazione riguardo al concorso sul marchio di Siracusa.

    A mio avviso il progetto vincitore, assieme al secondo classificato, devono essere squalificati per una motivazione ben precisa al di là di tutte le critiche e contestazione che si sono espresse in questi giorni.

    Vi riporto il testo del Bando da voi pubblicato sul sito del Comune così come scritto al punto n. 5 PRESENTAZIONE ELABORATI – tavola 1 “… il foglio conterrà centrato nella pagina il marchio stampato a colori e in basso, la versione ridotta in bianco e nero.”

    Come si può chiaramente vedere nei progetti selezionati, le tavole 1 del primo e del secondo classificati oltre a contenere il marchio così come richiesto nel Bando, riportano una scala di colori che non era richiesta.

    Questa differenza nella presentazione, rispetto a tutte le altre tavole selezionate, rendono identificativo il progetto. Pertanto attenendosi al regolamento devono essere squalificate.

    Potrei ricevere chiarimenti in merito?
    Distinti saluti

    non ho ricevuto nessuna risposta… volete chiederglielo anche voi?

  • Avatar of Lauryn

    Lauryn

    15 gennaio 2008, 10:44

    cari Francesco e Silvio, concordiamo con voi.
    Forse la tua mail, Silvio, punta più sul fatto che gli elaborati potevano essere riconoscibili, e la cosa è opinabile.
    Noi contestiamo semplicemente che se esiste un regolamento interno all’Aiap che proibisce ai componenti del consiglio di partecipare a concorsi organizzati dallo stesso Aiap con premi in denaro, va rispettato.

    Quindi nel momento in cui veniva a sapersi l’identità del soggetto vincitore, andava immediatamente declassato ed eliminato.

  • Francesco

    15 gennaio 2008, 11:11

    COME POSSO ALLEGARE UN DISEGNO?

  • Avatar of Lauryn

    Lauryn

    15 gennaio 2008, 11:25

    Non è possibile Francesco, dovresti pubblicarlo su altro spazio e inserire il link da consultare, grazie :)

  • Francesco

    15 gennaio 2008, 11:36

    troppo difficile x me grazie lo stesso..
    ti ho inviato una email con la caricatura del logo…

  • Avatar of Lauryn

    Lauryn

    15 gennaio 2008, 11:41

    Visto, è fortissimo eheh ma non mi prendo la responsabilità di pubblicarlo io :P

  • Francesco

    15 gennaio 2008, 11:57

    potrebbe essere rischioso pubblicarlo?
    cosa c’è di male.. credo che sia stato molto puù grave aver fatto partecipare un Direttivo dell Aiap.. nn credi?
    che vergognaaaaa… che vergogna….
    ma x cosa si arriva a questo… per il piacere di aver creato un logo che navigherà in tutto il mondo!?.. o per il piacere di intascare quelle belle 15.000 eurI…? ahahah

  • Francesco

    15 gennaio 2008, 12:38

    mio parere anche il secondo e terzo vengono dalla stessa mano…

  • Avatar of Lauryn

    Lauryn

    15 gennaio 2008, 14:14

    @Francesco: non saprei se sia rischioso. visto il tono generale della polemica potrebbe anche querelare per denigrazione di opera dell’ingegno (se esiste una cosa del genere).
    visto che la scorrettezza che hanno fatto è grave penso sarebbe altrettanto dura la risposta ad un seppur ironicissimo reprise fatto da te eheh :D
    teniamocelo per noi eheh

  • Francesco

    15 gennaio 2008, 15:57

    comunque io sono di siracusa e me la voglio vedere tutta alla premiazione…

  • Avatar of Lauryn

    Lauryn

    15 gennaio 2008, 16:03

    Se vai devi assolutamente raccontarci!

  • Max

    15 gennaio 2008, 16:26

    Uè ma sta cosa è VERA? Uè siracusani ma scherzate ? Ma che vergogna e poi parlano dei CATANESI che sono dei furbacchioni??? ahahahah ma che vergogna. Ma che piacereeeeeeee POVERA SIRACUSAAAAAAA

    Firmato da un catanese DOC

    VERGONA popolo siracusano ve le fanno sotto gli occhi e vi stati muti???
    MAH

  • Francesco

    15 gennaio 2008, 16:38

    ma qual’è la verità? leggete questo articolo..
    http://sdz.aiap.it/notizie/9807

  • Avatar of Lauryn

    Lauryn

    15 gennaio 2008, 16:49

    Le situazioni dubbie dovrebbero essere eliminate a priori, secondo me.
    Per cui secondo me quando l’Aiap gestisce, cura, ma anche solo uno dei suoi componenti “aiuta” a metter su una sedia nell’aula dove si tengono le selezioni, TUTTI i membri dell’Aiap non dovrebbero partecipare.
    Altrimenti non avrebbe senso.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>