Personaggi

ucd I personaggi, o personas che dir si voglia, sono modelli di utenti che i web designer usano, nell’user centered design per comprendere meglio il target di utenza di un sito. Possono basarsi su utenti reali, oppure essere creati ex-novo per il sito.

Il progettista quindi, una volta definiti i personaggi, naviga il wireframe del sito interpretando i diversi personaggi, che sono completi di un background, per scovare ostacoli che potrebbero presentarsi. Il background del personaggio è completo e va a comprendere tutto quello che può essere anche minimamente rilevante. Come giocare di ruolo.

Scenari

Gli scenari invece sono situazioni reali in cui gli utenti si trovano a usare il sito, focalizzandosi su un punto particolare, per testare l’usabilità di un’interfaccia, e vengono rappresentati in modo testuale, tramite sequenza di slide, video…

Integrando le due tecniche si possono ottenere i migliori risultati (via unich.it):

Maria (personaggio) abita a Roma e quasi ogni sabato va a trovare i nipoti a Napoli prendendo l’IC delle 12:10. Oggi l’accompagna anche una sua cara amica che però non ha la Carta Argento come lei. Sono un po’ in ritardo ed inoltre si sono accorte di non avere abbastanza moneta contante per i due biglietti. Maria decide di pagare con il suo Bancomat entrambi i biglietti.

Abbiamo quindi questi requisiti:

  • Maria non ha bisogno di avere informazioni sull’orario, nè sul tipo di treno, vuole solo comprare i biglietti
  • Maria vuole comprare due biglietti
  • Maria vuole comprare un biglietto con la riduzione della Carta Argento
  • Maria vuole pagare con il Bancomat

In base a questi requisiti, il personaggio di Maria potrebbe trovare degli intoppi più o meno gravi navigando nel sito e il web designer può e deve agire per risolvere i problemi.

User Centered Design

Abbiamo quindi visto due applicazioni fondamentali dell’user centered design (UCD), il processo che diventa fondamentale per lo sviluppo di un sito di successo.

Questo processo tenta di rispondere a domande come:

  • Quali sono gli utenti di quel sito?
  • Cosa serve agli utenti?
  • Cosa è che funziona e cosa no?
  • Come l’utente pensa che questa o quella cosa debba funzionare?

E così via.
Viene spesso confuso con l’usabilità, e troppo spesso viene fatto alla fine di un progetto, quando ormai è inutile o troppo dispendioso, quando dovrebbe invece costituirne le solide fondamenta.