nodejs-500

NodeJS: sviluppare siti dinamici con javascript

Oggi vi introdurrò verso un nuovo modo di sviluppare siti web, con un linguaggio ben sondato negli anni, ma abbastanza famoso tra i Developer (ma anche tra noi webdesigner) e sto parlando ovviamente del linguaggio Javascript.
Vi sarete sempre chiesti “sarà mai possibile realizzare un sito usando questo fantastico linguaggio?”, oppure ancora “quanto sarebbe bello se potessi usare [la famosa libreria] jQuery per strutturare il mio html dinamicamente?” o meglio ancora usare la flessibilità e la potenza del Javascript, sfruttare il suo meccanismo asincrono, per sviluppare qualcosa di realmente responsive. Ebbene, la risposta a tutti questi quesiti esiste, ed ha un solo nome: NodeJS.

nodejs 500 375x300 NodeJS: sviluppare siti dinamici con javascript

Presente per tutte le più famose piattaforme (Windows, Linux e Mac OS X) ma presente anche per altre piattaforme embedded che usano ARM (come NAS, dispositivi cellulari e altro ancora), offre la potenza del Javascript tramite il famoso motore utilizzato anche da Google Chrome, V8, e la semplicità di utilizzare determinate chiamate (API) sfruttando la potenzialità del js, ovvero quello di essere un linguaggio Asincrono. Nella homepage del sito potrete trovare già un esempio funzionante (copia-incolla su file di testo, chiamato ad esempio “index.js”) ed eseguirlo sulla vostra installazione di NodeJS, chiamandolo tramite terminale digitando node index.js. Ma approfondiremo meglio questo concetto con il prossimo articolo.

La sua potenza però non è limitata solo al web, o meglio, non è limitata solo alla creazione di siti dinamici. Infatti stanno nascendo nuovi progetti emergenti anche nel campo software, come ad esempio AppJS, una validissima alternativa al famoso Adobe AIR.

Dovete tenere però presente una cosa: siccome questo progetto è appena nato (da circa qualche anno) è ancora pienamente in sviluppo, e con esso tutti i relativi progetti collegati. Non aspettatevi che sia libero da bug (siete stati avvertiti!). Se però cercate qualcosa di nuovo rispetto ai soliti script in PHP, questo fa per voi.

Io personalmente ho già iniziato a lavorare a qualche progetto, come NWM, una installazione alternativa al classico (x)AMP contenente NodeJS e MongoDB, uno dei tanti nuovi database ad oggetti presenti in rete, con delle ottime prospettive di crescita.

Qui, assieme a voi, dedicherò il mio angolo, alle scoperte dedicate a questa piattaforma. Da bravo Geek che sono, pubblicherò anche altri link interessanti per voi sempre in questo ambito.

Alla prossima dunque e vi ringrazio per la lettura.

share small NodeJS: sviluppare siti dinamici con javascript
Avatar of Julian Xhokaxhiu Appassionato di informatica a 360°, sono un Web Developer & Designer, sempre alla ricerca di novità e delle tecniche migliori per realizzare strumenti utili, facili e veloci da usare Mi occupo anche di sviluppo di Applicazioni Mobile o Desktop e sono Sistemista. Mi potete trovare sul mio sito o su Twitter

4 Comments

  • Avatar of Lauryn

    Lauryn

    5 giugno 2012, 11:55

    interessante, attendo approfondimenti :)

  • Luca

    5 giugno 2012, 12:27

    Diciamo che il concetto per cui si parla di nodejs è più genericamente “utilizzare javascript lato server”. NodeJs è di fatto Javascript che gira dentro un server e si basa, proprio come in un browser (quindi lato client), sulle risposte del sistema agli eventi che si scatenano. Ma interpreto il tuo articolo come un approccio verso chi fa web e lavora principalmente sul front end. E’ bello veder parlare di NodeJs in un contesto di webdesign. :)
    Sempre in ottica di nomenclatura, mongoDB è un database NoSQL (ovvero non relazionale) più che di database a oggetti. Ma anche qui, pignolerie. :P

  • Gianfranco

    6 giugno 2012, 09:49

    Ottimo articolo, sono curioso e attendo con ansia i prossimi sempre legati a NodeJS, argomento abbastanza scottante in questo momento.

    • Avatar of Andrea

      Andrea

      7 giugno 2012, 01:35

      Già, sinceramente conoscevo node js sotto un altro aspetto, non pensavo si utilizzare in questi modi…
      Poi se le usano i “grandi” sarà valido, no?

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>