Vedo che c’è parecchia confusione in giro sul ruolo che svolge l’architettura dell’informazione, cosa è e come va usata. Cerchiamo quindi di fare un po’ di chiarezza.

Iniziamo col dire che l’architettura dell’informazione è una disciplina che si colloca dentro l’User Experience Design, e si occupa di gestire in maniera logica e semantica le informazioni e le applicazioni. Questo, portato sul web, vuol dire che questa disciplina ci aiuta a organizzare e gestire in maniera corretta i contenuti e le funzionalità di un sito.
È una cosa molto importante per l’usabilità di un sito, come possiamo facilmente intuire, perché ci permette di rendere più fruibili i contenuti e la loro ricerca.

Diventa quindi molto importante occuparsi di architettura dell’informazione perché ci permette di creare e sviluppare un prodotto che sia usabile, fruibile, dato che gli utenti che navigheranno il sito non si troveranno spaesati e saranno guidati man mano nella navigazione. Il sito rende di facile accesso tutte le informazioni di cui si ha bisogno.

Cercando inoltre di bilanciare i bisogni degli utenti con quelli delle aziende, crea un prodotto (un sito web) che sia molto di più utile di un sito creato tanto per essere presenti su internet, aggiungendo valore allo strumento che diventa così estensione dell’azienda sul mezzo internet.

Pensare troppo ai nostri utenti può essere infatti controproducente tanto quanto concentrarsi solo sugli obiettivi dell’azienda. Un sistema sbilanciato favorirà una cosa invece di un’altra, col risultato che quel sito sarà inutile, perché non pensa agli utenti, o ci pensa troppo.

Questo processo di architettura dell’informazione è un processo infinito, senza fine, e, se ben fatto, invisibile. Infinito perché anche una volta pubblicato il sito, i processi per migliorarlo passano sempre attraverso l’architettura dell’informazione. Invisibile perché l’architettura dell’informazione non si vede, se ben fatta, lavora cioè dietro le quinte. Gli utenti non devono accorgersi che questa esiste, se non trovando un sito usabile e facile da navigare.

I passaggi dell’architettura dell’informazione sono generalmente 5:

  • Ricerca
  • Strategia
  • Design
  • Implementazione
  • Rilascio

Nei prossimi articoli approfondiremo dettagliatamente questi passaggi.