Soluzioni Hosting

Se devi aprire la partita iva, fallo ora o mai più!

Se rientri nel regime dei minimi antecedente a quello che entrerà in vigore nel gennaio 2015, ti conviene aprire la partita iva subito! E’ presto detto il perché: Il regime dei minimi “vecchio” ti permette una tassazione fissa al 5% (+Inps) e fatture senza iva e ritenuta d’acconto. per un totale di carico fiscale del 31% circa ma solo sull’imponibile, detratte le spese. Con il nuovo regime 2015 invece, oltre…

Read more 9 Comments

Nuovo regime dei minimi 2015: cosa dobbiamo aspettarci?

In sintesi, non sembra malaccio per chi è uscito dal regime dei minimi (no, peggio!), poiché l’Irpef viene portata al 15%. L’importante è rientrare nei massimali dei propri codici ATECO, poi è da valutare la singola posizione perché ci sono tante piccole condizioni. Per chi è web designer come me ed è registrato con un codice ATECO che inizia per 74 il massimale è 15.000€, mentre prima era di 30.000€. Non…

Read more 8 Comments

[fisco] Ma il regime dei minimi è davvero conveniente?

Tanta paura, quando si supera un certo volume di affari (5.000€ annuali) e si rende necessaria la partita iva. Ma se rientri nei requisiti per il cosiddetto regime dei minimi puoi usufruire di qualche vantaggio. Per fare un po’ di chiarezza, visto che si parla di pressione fiscale che tanto fa paura ed è effettivamente pesante in Italia, ne ho parlato con il mio commercialista, che ha risposto ad alcune…

Read more 8 Comments

Apro la partita iva perché fa figo

Spesso devo convincere aspiranti freelance ad aprire la partita iva, spiegando i vantaggi che si hanno entrando nel regime dei minimi (previsto appunto per chi la apre per la prima volta – ma verifica di rispondere prima a tutti i  requisiti). Ieri sera però, chattando con un’aspirante web-cosa mi sono imbattuta in un atteggiamento curioso, che mi ha spinto a scriverti subito questo articolo, non sia mai stessi pensando la…

Read more 18 Comments

Nuovi regimi fiscali per i freelance?

Come abbiamo detto in passato anche su Italianwebdesign, esiste un modo per iniziare la nostra attività da freelance anche senza aprire ancora la partita iva. Si tratta della ricevuta con ritenuta d’acconto. Riassumendo: fino a 5.000 euro annuali si può lavorare per uno o più committenti emettendo queste ricevute che vanno a comporre il reddito annuale da dichiarare. Aprire la partita iva è invece un passo successivo da compiere se…

Read more 14 Comments

Riflessioni sulla vita da freelance: fisco e Italia

Penso che la nostra professione morirà soffocata dalle tasse, dalla burocrazia, dalla fiscalità italiana…sono pessimista? Non so, guardatevi le tasche, voi che lavorate come me da tanti anni, ditemi se i prezzi applicati non sono troppo bassi, se le tasse non vi strozzano e vi ritrovate a dover fare le corse a giugno e novembre per guadagnare per PAGARE LE TASSE, a rischio di non mangiare… Proviamo ad alzare i…

Read more 58 Comments

Partita iva: nuovo regime dei minimi e “ex minimi”: che fine faremo?

Come sempre il nostro commercialista preferito cerca di schiarirci le idee. Con i nuovi provvedimenti dell’Agenzia delle Entrate il cosiddetto Regime dei minimi avrà un nuovo aspetto e nuovi vantaggi per chi ha i requisiti per avvalersene. Mentre chi, come me, apparteneva a tale regime, e per le nuove disposizioni, ne deve uscire, rientra nel regime di transizione denominato “ex minimi” in cui continueremo a godere ancora di qualche vantaggio,…

Read more 42 Comments

Non ho la partita iva: come fatturo al cliente finale?

Partita iva tanto temuta: molti non lo sanno appena si approcciano alla carriera da freelance, ma all’inizio, se non si superano i 5.000 euro annuali, non è necessario essere possessori di partita iva. Ci sono però degli adempimenti fiscali da seguire affinchè il reddito incamerato sia dichiarabile ai fini della legalità e del versamento delle tasse. Tale adempimento si chiama semplicemente ricevuta con ritenuta d’acconto (per i lavoratori autonomi). Il…

Read more 62 Comments

anziano

I freelance e le pensioni: lavoreremo fino a 70 anni?

Augurandoci di arrivarci…sarà così? E poi, cosa ne ricaveremmo in ogni caso? Cerchiamo di far luce in modo pratico con l’aiuto del nostro amico commercialista. A voi poi le opportune valutazioni. Settimana scorsa ho letto due articoli che mi hanno fatto riflettere. Uno riguarda l’apertura di sempre più partite Iva fra i giovani (50% di quelle aperte ogni anno) e un altro sulle nostre future pensioni. Partite Iva, nasce l’Osservatorio…

Read more 33 Comments